Cern, progetto Atlas: scoperta una nuova particella in attesa della particella di Dio

Dal Cern arrivano ulteriori conferme sull’esistenza di nuove particelle. Balzato agli onori della cronaca di recente per essere arrivato a scovare una traccia dell’esistenza della particella di Dio, o bosone di Higgs, il Cern mette a segno un’altra sensazionale scoperta. Stiamo parlando della particella Chi-b(3p), scoperta dal grande acceleratore di particelle Large Hadron collider (LHC) nell’ambito dell’esperimento Atlas, condotto dalle università di Birmingham e Lancaster.

E’ una speciale particella, da sempre studiata e prevista in via teorica e della quale non si era mai riusciti a provare l’esistenza. Ora invece LHC ha rilevato la particella presente nell’atomo di idrogeno, l’atomo più semplice in natura, costituito da un unico protone nel nucleo.

Ebbene gli scienziati sono riusciti a distinguere un livello energetico che corrisponde ad un nuovo stato legato ad un quark pesante. Rispetto a quello che si pensava, la Chi-b(3p) è nella realtà un po’ più pesante e di conseguenza la coppia quark/anti quark è un po’ più debole di quello che si pensava.

Lo studio è stato presentato sulla rivista Physical Review Letters. E intanto rimaniamo in attesa della scoperta della tanto ricercata particella di Dio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *