Misteri della scienza: Lovejoy non si è sciolta al Sole

Ricercatori, astronomi, scienziati e semplici appassionati sono rimasti stupiti da questo evento eccezionale. Facciamo un po’ di chiarezza su quanto è accaduto, per farlo comprendere facilmente a tutti, anche ai non addetti ai lavori. Nei giorni scorsi la cometa Lovejoy è passata vicinissima al Sole, a soli 140 mila km.E fin qui nessuna sorpresa, in quanto non è la prima volta che una cometa passa vicina al Sole. La notizia sorprendente è che, a differenza delle comete precedenti o di qualunque altro oggetto che sia transitato ad una distanza così piccola da esso, la cometa non si è sciolta generando una grossa scia di polvere come era previsto da tutto il mondo scientifico.

Tutti erano pronti a registrare lo speciale evento, primi fra tutti gli scienziati del Solar Dynamics Observatory della Nasa,  con le loro apparecchiature avanzatissime. Ebbene i ricercatori si sono trovati a registrare un evento inaspettato e che apre nuovi confini alla conoscenza umana.

In precedenza Elenin, un’altra cometa, si avvicinò al Sole e si sciolse inevitabilmente come tutte le altre prima di lei. Invece Lovejoy, che prende il nome dall’astronomo dilettante che l’ha scoperta, ha dimostrato che nel mondo scientifico ci sono ancora misteri irrisolti e altrettanto affascinanti e sorprendenti.

La cometa Lovejoy, per la precisione, ha subito un rimpicciolimento nelle sue dimensioni durante la circumnavigazione ravvicinata della superficie solare: il 90 % circa della sua superficie è evaporata ma quel che ne rimane continua a vagare indisturbato nell’universo e fra 800 anni tornerà di nuovo a sfidare il Sole, magari riscrivendo nuovamente i libri di scienza, sempre se ci saranno ancora libri…

Nei link che seguono sono riportate le altre notizie su Lovejoy e sulla cometa Elenin. Ed ecco i due video dove si vede la cometa Lovejoy che arriva vicino al Sole e la cometa che si allontana da esso http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=y3w5L5DaIpw

http://www.youtube.com/watch?v=ykTeH-NWqRs&feature=player_embedded

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *