Nella città di Charlotte, Stati Uniti, il nuovo stabilimento Siemens per la produzione di turbine a gas

Con un investimento di oltre 350 milioni di dollari, Siemens amplia la sua rete mondiale di stabilimenti di produzione di turbine a gas realizzando nella città di Charlotte, in North Carolina, un impianto di 42.000 metri quadrati che creerà 700 nuovi posti di lavoro.

“Con le nostre turbine a gas di ultima generazione, stiamo definendo nuovi standard di qualità, produttività, competitività e flessibilità”, ha affermato Michael Suess, membro del Managing Board di Siemens AG e CEO del Settore Energy. “Lo stabilimento di Charlotte produrrà turbine non solo per il mercato statunitense e i paesi con una rete elettrica a 60 hertz, ma esporterà la nostra tecnologia avanzata in tutto il mondo. Ci aspettiamo che l’attività commerciale di export da questo sito produttivo raggiunga un valore di circa 400 milioni di dollari all’anno”.

Dopo Berlino, Charlotte è il nostro secondo impianto di produzione più importante a cui presto seguiranno i nuovi stabilimenti produttivi in Russia e Arabia Saudita. “Quello di Charlotte è il solo impianto di Siemens nel mondo in grado di produrre sia le turbine a gas sia a vapore, oltre ai generatori. Per questo motivo ma non solo, giocherà un ruolo chiave nell’odierno mercato mondiale del service per le centrali elettriche”.

A livello globale, la necessità di rinnovamento delle centrali elettriche a gas varia a seconda della disponibilità di gas naturale, dello stato di degrado delle strutture preesistenti e dell’esigenza di ridurre le emissioni di CO2.

“In qualità di leader, con una quota superiore al 40% nel mercato delle turbine a gas di ultima generazione, Siemens certamente trae beneficio dalla presenza di questi fattori”, ha aggiunto Suess. “Consideriamo gli Stati Uniti un mercato molto attrattivo e giocheremo un ruolo fondamentale nel soddisfare la domanda statunitense e mondiale di energia pulita, affidabile e a basso costo.” Con circa 60.000 collaboratori e una presenza in tutti i 50 stati, Siemens è ormai tra i maggiori “datori di lavoro” degli Stati Uniti. “Grazie al supporto dello Stato del North Carolina e del governo locale, che ci ha aiutato nella scelta del sito di Charlotte, siamo stati in grado di far diventare lo stabilimento un importante centro per l’export mondiale di tecnologia per le centrali elettriche. Entro il 2014, contiamo di attivare 400 nuove posizioni e di arrivare a un totale di 1.800 collaboratori”, ha dichiarato Suess. Come risultato dell’investimento, si stima che verranno creati, inoltre, 2.000 ulteriori posti di lavoro nelle aziende dell’indotto.

Il mercato dell’energia elettrica statunitense è il più grande del mondo e comprende un quinto della domanda energetica globale. Le soluzioni Siemens per le centrali elettriche forniscono un terzo dell’energia degli Stati Uniti. Non solo, i sistemi di alta tensione e di gestione dell’energia di Siemens vengono impiegati in un terzo delle reti di trasmissione di elettricità americane migliorandone le performance di efficienza di almeno un quarto. Infine, Siemens è uno dei più importanti fornitori mondiali di turbine eoliche negli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti, le centrali a carbone hanno un’età media di circa 40 anni. Questo significa che c’è una grande potenzialità di sostituzione di questi con impianti più moderni ed efficienti. Anche a confronto con le più moderne turbine presenti nelle centrali degli Stati Uniti, le turbine a gas di Siemens di ultima generazione, in combinazione con le turbine a vapore, sono in grado di ridurre il consumo di gas e di conseguenza le emissioni di CO2 di circa un terzo. E rispetto alle centrali a carbone, il risparmio in termini di emissioni di gas serra è ancora più elevato. Per esempio, a Irsching, vicino Monaco, l’innovativa tecnologia di Siemens ha recentemente ottenuto un record di efficienza del 60,75% nel ciclo combinato. Le turbine flessibili H-class di Siemens sono ideali anche per la fornitura di energia di riserva in situazioni in cui l’approvvigionamento energetico arriva in larga parte da fonti rinnovabili fluttuanti quali l’eolico e il solare.

Le turbine a gas H-class sono parte integrante del portfolio ambientale di Siemens, grazie al quale l’Azienda ha fatturato circa 30 miliardi di Euro nell’anno fiscale 2011. Un valore che ha portato Siemens a diventare il più grande fornitore al mondo di tecnologie ecosostenibili. 

# # #

 

Siemens rappresenta una delle più importanti multinazionali al mondo che opera nei settori dell’industria, dell’energia e della sanità fornendo, inoltre, soluzioni all’avanguardia per le infrastrutture delle città e delle aree metropolitane. Distinguendosi da oltre 160 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza tecnologica e internazionalità, Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato il 40% del proprio fatturato totale. Con circa 360.000 collaboratori, l’azienda ha chiuso il 30 settembre l’esercizio fiscale 2010/2011 con un fatturato di 73,5 miliardi di Euro e un utile netto di 7 miliardi di Euro. In Italia, Siemens, che conta su oltre 4.800 collaboratori, ha chiuso l’esercizio 2010/2011 con fatturato e ordini a 2,5 miliardi di Euro. Tra le maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese, Siemens possiede sei stabilimenti produttivi e altrettanti centri di ricerca e sviluppo.

www.siemens.it

Il Settore Energy di Siemens è il principale fornitore al mondo di una gamma completa di prodotti, servizi e soluzioni per la produzione di energia sia nelle centrali termoelettriche che da fonti rinnovabili, per la trasmissione di energia e per l’estrazione, trasformazione e trasporto di petrolio e gas. Nell’esercio fiscale 2011, il Settore Energy di Siemens ha raggiunto, il 30 settembre, un fatturato di circa 27,6 miliardi di euro e ha ricevuto nuovi ordini per un totale di oltre 34,8 miliardi di euro registrando un utile di più di 4,1 miliardi di euro. Dal 30 settembre 2011, il Settore Energy conta più di 97.000 collaboratori nel mondo.

www.siemens.it/energy

Per ulteriori informazioni:

Business Press

Silvia Sala, Cristiana Rovelli,

siemens@bpress.it

tel + 39.02.72585.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *