Scienza: scoperta una stella che gira su se stessa a 600 km al secondo

Stiamo parlando di VFTS 102, la stella dei record. Distante dalla Terra circa 160mila anni luce, ha lo speciale primato di essere la stella più veloce a ruotare intorno al proprio asse tra tutte quelle mai scoperte. Ruota intorno a se stessa a 600 km al secondo, circa 2 milioni di chilometri all’ora. La stella si trova nella formazione della Tarantula Nebula, all’interno della Grande nebulosa di Magellano. Brilla 100 volte più del Sole ed ha una massa maggiore di 25 volte. La scoperta è stata effettuata dall’ESO, European Southern Observatory, utilizzando il Very Large Telescope installato in Cile.

L’astro appare schiacciato a causa della grandissima forza centrifuga a cui è sottoposto per la notevole velocità.

L’eccezionale velocità di VFTS 102 deriva probabilmente dal fatto che in origine essa faceva parte di un sistema binario di stelle dove una delle due riversa sull’altro i suoi gas accrescendone la massa e facendolo ruotare come se fosse una vera e propria trottola intorno al suo asse. Confrontata con il Sole, la stella è 300 volte più veloce.

Cosa è l’ESO

L’ESO (European Southern Observatory) è la principale organizzazione intergovernativa diAstronomia in Europa e l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 14 paesi: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Gran Bretagna. L’ESO mette in atto un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strutture astronomiche da terra che consentano agli astronomi di fare importanti scoperte scientifiche.

L’ESO ha anche un ruolo preminente nel promuovere e organizzare cooperazione nella ricerca astronomica. L’ ESO gestisce tre siti unici di livello mondiale in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. A Paranal, l’ESO gestisce il Very Large Telescope, l’osservatorio astronomico nella banda visibile più d’avanguardia al mondo.

L’ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L’ESO sta pianificando al momento un Telescopio Europeo Estremamente Grande ottico/vicino-infrarosso di 42 metri, l’E-ELT, che diventerà “il più grande occhio del mondo rivolto al cielo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *