Dall’aviaria ricreato in laboratorio un virus mortale potentissimo: polemiche

Alcuni ricercatori dei laboratori dell’Erasmus Medical Centre di rotterdam, guidati dal virologo Ron Fouchier, hanno creato un virus potenzialmente letale modificando geneticamente il già terribile virus dell’influenza aviaria. Il virus è stato ottenuto con “sole” 5 modificazioni genetiche ed ha una capacità di contagio elevatissima, tale da poter proovocare una pandemia e coinvolgere una parte notevole della popolazione mondiale. Gli esperimenti sono stati condotti sui furetti, animali con un sistema respiratorio molto simile a quello umano.

La notizia sta facendo il giro del mondo e non mancano ovviamente le polemiche. Infatti il virus sviluppato dai ricercatori potrebbe essere una vera e propria arma biologica se cadesse in mani sbagliate, con conseguenze inimmaginabili. I primi ad esserne preoccupati sono proprio gli scienziati che hanno fatto la scoperta.

C’è molta indecisione sulla pubblicazione dello studio in quanto molti affermano che, non pubblicando i risultati, l’intera comunità scientifica sarebbe impreparata a difendersi da eventuali pandemie future.

Significato della parola pandemia

Una pandemia (dal greco pan-demos, “tutto il popolo”) è una epidemia la cui diffusione interessa più aree geografiche del mondo, con un alto numero di casi gravi ed una mortalità elevata. Nella storia si sono verificate numerose pandemie, fra le più recenti si ricordano l'”influenza spagnola”, l'”influenza asiatica”, l'”influenza di Hong Kong”..
Il termine pandemia si applica solo a malattie o condizioni patologiche contagiose. Di conseguenza, molte delle patologie che colpiscono aree molto grandi o l’intero pianeta (per esempio il cancro) non sono da considerarsi pandemiche. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le condizioni affinché si possa verificare una vera e propria pandemia sono tre:
1. la comparsa di un nuovo agente patogeno;
2. la capacità di tale agente di colpire gli uomini, creando gravi patologie;
3. la capacità di tale agente di diffondersi rapidamente per contagio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *