Incentivi fotovoltaico: sistema da “riorientare” secondo Clini

Il nuovo ministro dell’Ambiente Corrado Clini, nel suo intervento alla Commissione Ambiente del Senato, ha trattato diversi punti importanti al riguardo del nostro paese: si è parlato del problema evidente del dissesto idrogeologico, molto attuale purtroppo dopo le alluvioni di questi mesi, di rifiuti ma soprattutto si è tornati a parlare del sistema degli incentivi al fotovoltaico. Ricorderemo tutti come è stato complicato e pieno di polemiche il varo del quarto conto energia 2011-2016 nei mesi scorsi ed ora, come se non bastasse, ci viene il dubbio o il timore che l’intenzione sia quella di rivedere tutto il sistema. Ovviamente si spera in meglio.

Con il quarto conto energia era già stato creato un clima di incertezza nel settore del fotovoltaico tanto che si è cercato di emanare in fretta il nuovo sistema incentivante per non paralizzare ulteriormente il mercato e ridare fiducia agli investitori.

Con il quarto conto energia si sono definiti gli incentivi ed i bonus validi fino al 2016 ma ora, con le nuove dichiarazioni dei nuovi ministri, il dubbio ci assale e ci preoccupa. Secondo il ministro Clini bisognerebbe “riorientare il sistema per generare valore aggiunto non solo in termini di presenza delle imprese italiane ma anche ma per fare in modo che possano avere un ruolo nella competizione internazionale”.

Dunque dietro questa frase si cela il futuro delle fonti rinnovabili e del conto energia. Speriamo che i nostri dubbi rimangano solo tali e non si trasformino in cruda realtà, visto che il settore del fotovoltaico in Italia già funziona molto bene e sarebbe un peccato rovinare il giocattolo.

Speriamo che l’intento del governo sia sì quello di rivedere il sistema di incentivi ma magari rinforzando ulteriormente il settore per il bene del nostro Paese e dell’ambiente soprattutto…

 

2 comments for “Incentivi fotovoltaico: sistema da “riorientare” secondo Clini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *