Nanomateriali superleggeri, ecco le ultime scoperte

Solo 10 milligrammi per centimetro cubo, per un nuovo materiale ultraleggero che potrebbe sostituire quelli attualmente utilizzati per l’isolamento termico, gli elettrodi delle batterie e per attenuare il suono, le vibrazioni e  gli urti. Tre gruppi di ricerca dei laboratori della Caltech, degli HRL Laboratories, LLC, e dell’Università della California hanno creato in laboratorio questo nuovo materiale leggerissimo, ma incredibilmente resistente.

Questa volta la novità non sta negli atomi che costituiscono il nuovo materiale, ma nel modo in cui sono stati disposti per produrlo.

Come spiega Tobias Schaedler, autore della pubblicazione apparsa oggi su Science, possiamo paragonare il nuovo materiale alla struttura della Torre Eiffel, che ha una massa ridotta (certo, parliamo pur sempre di tonnellate) rispetto alle incredibili dimensioni.  I 18 mila pezzi di ferro che la compongono non sono senz’altro leggeri, ma grazie ad un utilizzo ordinato e strutturato dei materiali è stato possibile costruire un monumento così alto e resistente.

Allo stesso modo i ricercatori hanno assemblato una struttura porosa di nickel-fosforo costituita da una architettura gerarchica di tubi cavi lunghi qualche millimetro, del diametro di qualche micron e con pareti dello spessore di 100 nanometri. Una nano-architettura che consente di avere un materiale con il 99.99% di spazio vuoto, ma super resistente e adatto a molti utilizzi.  I test di compressione mostrano come il materiale abbia anche capacità elastiche notevoli, infatti è capace di recuperare completamente la sua forma originale anche dopo essere stato schiacchiato per più di metà della sua altezza.

Questo è solo un esempio di quello che si può realizzare applicando il processo di architettura strutturale alla realizzazione di nuovi materiali.

Vedi il video su youtube

Fonte: Leggero come la Torre Eiffel. Nuovi materiali crescono « Oggi Scienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *