Rilevate le nubi primordiali formatesi subito dopo il Big Bang

E’ finalmente stato possibile rilevare le nubi di gas incontaminato formatesi subito dipo il big Bang. Si tratta dunque di nuni composte solo dagli elementi più leggeri, non contaminate dagli elementi più pesanti che si sono formati con i processi di formazione stellare successivi.

La composizione del gas dimostra che dall’esplosione si sono generati solo gli elementi chimici più leggeri, come l’elio e l’idrogeno, mentre i metalli si sono originati con le stelle centinaia di milioni di anni dopo. La scoperta, pubblicata su Science, è opra dell’italiano Michele Fumagalli, astrofisico italiano che lavora nell’università della California a Santa Cruz. Lo strumento utilizzato è lo spettrometro Hires ed è stato montato sul telescopio delle Hawai Keck I.

Fino ad ora non si era mai riusciti ad osservare nubi di gas incontaminato dagli elementi chimici che caratterizzano le stelle ma ora finalmente si ha l’evidneza dei fatti che coincide pienamente con le supposizioni fatte riguardo alla teoria del big bang.

Da questo studio si è anche osservato come i metalli si sono distribuiti in maniera eterogenea nell’universo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *