Novità: Elettroforesi Capillare con Spettrometria di Massa per la datazione della seta

Materiale antichissimo, di fibra proteica di origine animale, di inestimabile valore e con la quale è possibile ottenere tessuti diversamente pregiati. Si stima che la sua prima lavorazione risalga al 6000 a.C. in Cina e che da allora si sia diffusa in tutto il mondo e nelle forma più diffuse; negli arazzi, nelle vesti, negli arredi sacri e liturgici. Ora pare sia stata messa appunto una nuovissima tecnica per datare con accuratezza questi materiali, questi tessuti, grazie agli studi di due scienziati dello Smithsonian Museum Conservation Institute, basato sulla Elettroforesi Capillare con Spettrometria di Massa (CE-MS) che, tecnicamente, sfrutta il degrado degli amminoacidi della seta. Il tempo fa diminuire la quantità di amminoacidi L presenti nella fibra proteica e, al contrario, aumentano quelli di tipo D, legati al deterioramento della seta. Monitorando questi due fattori è quindi possibile determinare l’età del materiale, datarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *