Federico Golla, AD Siemens Italia a MobilityTech: “Vogliamo costruire la città del futuro. La tecnologia può combattere la congestione del traffico”

Milano, 24 ottobre 2011 – “La sfida dei prossimi anni per le amministrazioni comunali sarà quella di rendere le nostre città più efficienti, più amiche dell’ambiente, in una parola più vivibili” dice Federico Golla, AD di Siemens Italia a margine dell’intervento a MobilityTech 2011.

“Nella lotta al cambiamento climatico il ruolo delle città, in cui ormai vive oltre la metà della popolazione mondiale, è sempre più rilevante: il 75% dei consumi di energia e l’80% delle emissioni di gas serra derivano dalle aree urbane, – spiega Federico Golla, amministratore delegato di Siemens Italia. – In questo scenario è importante non solo conoscere le principali sfide legate alla tutela del territorio, ma anche essere in grado di proporre soluzioni che possano assicurare tre obiettivi centrali: la qualità della vita per i cittadini, la competitività e lo sviluppo sostenibile”.

“Per milioni di pendolari, gli ingorghi stradali fanno ormai parte della vita di tutti i giorni. Ma la congestione del traffico oltre a far perdere tempo e ad aumentare lo stress a discapito del nostro benessere, rappresenta anche un problema economico ed ambientale.

Vale però la pena precisare – spiega Golla – che i moderni mezzi di trasporto pubblico da soli non sono sufficienti a risolvere i problemi del traffico nelle nostre città. Sono necessari sistemi su rotaia automatici per il trasporto pubblico e una gestione integrata del traffico per il trasporto privato. Per questo noi proponiamo un approccio di “mobilità completa” che integra più sistemi in modo pratico. Solo così il trasporto di persone e beni diventa sicuro ed efficiente. Ultimo ma non ultimo, una maggiore regolarità del traffico nelle aree urbane ridurrebbe l’inquinamento ambientale”. 

“Anche i veicoli elettrici sono un’importante componente della mobilità elettrica. Oltre ad essere, infatti, un mezzo pulito di trasporto, l’e-car può anche essere usata come stoccaggio di energia quando è connessa alla rete di distribuzione pubblica attraverso le colonnine di ricarica” conclude Golla.

Siemens, che ha investito nel settore della mobilità elettrica quando ancora non era un mercato maturo, continuerà a puntare sulle competenze locali. Il neonato quarto Settore Infrastructures & Cities di Siemens in Italia conta oltre 150 tecnici specializzati nell’automazione dei processi elettrici, una ventina dei quali lavora sulle applicazioni della mobilità elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *