Scoperto in Sicilia un corallo straordinario, dotato di luce propria


Nel Mediterraneo esiste un corallo nero che si illumina al tocco, una specie che finora era stata segnalata soltanto nell’Oceano Pacifico, attorno ai 700 metri di profondità, lungo la costa californiana. E’ infatti la Savalia lucifica quella che nei giorni scorsi è stata rinvenuta nelle acque di Capo San Vito, parte ovest della Sicilia, durante una campagna di ricerca effettuata con la nave oceanografica Astrea dell’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).

Il corallo è stato trovato a una profondità di 270 metri da un sofisticato robot sottomarino e si distingue da specie simili, come la Savalia savaglia – il cosiddetto falso corallo nero – non solo per il substrato che parassita (la gorgonia di profondità Callogorgia verticillata), ma anche perché si illumina quando viene stimolata dal contatto fisico. La rarissima specie fa parte del gruppo degli zoantidei e non era mai stata segnalata prima nel Mar Mediterraneo.

La scoperta è avvenuta nel corso di una campagna di ricerca mirata allo studio delle popolazioni profonde di corallo rosso nell’arcipelago delle Egadi, finanziata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. A questa campagna hanno partecipato i ricercatori dell’università Politecnica delle Marche, l’Università di Pisa, gli atenei di Napoli “Parthenope” e Bologna ed i ricercatori dell’ISPRA, che hanno condiviso questo ritrovamento.

Fonte: Meteo Web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *