Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) fotografa uno scontro fra galassie

Fonti: agi.it, eso.org, media.inaf

Si tratta del più complesso osservatorio astronomico sula Terra. Stiamo parlando di ALMA, il più grande radiotelescopio del mondo, presente in Cile e precisamente nel deserto di Atacama. E’ una struttura composta per ora da 20 parabole ma quando il progetto sarà completato (nel 2013) conterrà circa 66 parabole del diametro di 7 e 12 metri. L’immagine, ottenuta nella fase di collaudo di un telescopio ancora in costruzione, e’ stata pubblicata dallo European Southern Observatory. Le due galassie a spirale delle Antenne (denominate NGC 4038 e 4039) in collisione e distanti circa 70 milioni di anni luce da noi, in direzione della costellazione del Corvo. L’immagine combina le osservazioni in banda radio a due differenti lunghezze d’onda realizzate da ALMA con quelle ottenute nella luce visibile dal telescopio spaziale Hubble. Grazie alla sua capacità di osservare l’universo ad una lunghezza d’onda millimetrica e submillimetrica, Alma permetterà agli scienziati di osservare oggetti celesti molto freddi fino o molto distanti dell’Universo primordiale. C’è anche ‘Italia nel progetto con Thales Alenia Space che guida infatti il consorzio composto da Francia, Italia e Germania che ha il compito di realizzare la fornitura di 25 radiotelescopi del diametro di 12 metri, il contributo europeo a questo straordinario programma.

Maggiori informazioni e immagini al link http://www.eso.org/public/italy/news/eso1137/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *