Eccezionale: Nasa scopre un pianeta con due soli

Ai fan di  Guerre Stellari di certo suonerà molto familiare. Ma un pianeta con due soli non poteva che lasciare a bocca aperta gli scienziati. Nella mitica saga di George Lucas, il pianeta in questione si chiamava Tatoiine, quello avvistato dai ricercatori si chiama Kepler-16b e rappresenta la prima prova di un pianeta circumbinario, ovvero di un pianeta che orbita intorno a due stelle. I risultati dell’avvistamento sono stati annunciati sulla rivista  Science da un team del Seti Institute (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), il Centro per lo studio della vita nell’universo. A coordinare la squadra è stato l’americano Laurance Doyle, che per l’avvistamento si è servito del telescopio spaziale  Kepler, ilcacciatore di pianeti della  Nasa.

“ Questa scoperta è sorprendente – ha sottolineato Alan Boss del Carnegie Institution di Washington, che ha fatto parte del team –  ancora una volta quello che sembrava fantascienza è diventato realtà”. “Si tratta del primo esempio che conferma senza ambiguità l’esistenza di un pianeta che orbita intorno a due stelle”, ha osservato un altro degli scopritori, Josh Carter del  Centro per l’Astrofisica Harvard-Smithsonian. Finora, di pianeti orbitanti intorno a due stelle, si sospettava solo l’esistenza ma mai era stato avvistato un pianeta del genere.

Il team ha utilizzato i dati fotometrici forniti da telescopio Kepler, che controlla la luminosità di 155mila stelle. Sulla base di un sistema in grado di rilevare l’intensità dell’eclissi delle due stelle, gli studiosi hanno notato che alle due eclissi, una primaria (quando la stella più grande viene parzialmente coperta dalla stella più piccola) e una secondaria (in cui la stella più piccola è completamente oscurata da quella più grande), facevano seguito anche un’eclissi terziaria e una quaternaria, causate da un oggettonon identificato in orbita intorno alle due stelle. Le interazioni gravitazionali reciproche tra le due stelle e il terzo corpo hanno poi dimostrato che il terzo oggetto era in realtà un pianeta.

Si calcola che la versione reale di Tatoiine dista solo 200 anni luce dalla Terra e che sia grande quantoSaturno, anche se più denso. Il pianeta – un gigante gassoso e non un mondo desertico come in Star Wars – impiega 229 giorni per orbitare intorno alle sue due stelle, dotate di una massa pari rispettivamente al 20 e al 69% del nostro Sole. Molto probabilmente il pianeta ha preso origine dallo stesso disco di polveri e gas dal quale sono nate i due astri. Ancora una volta – ha aggiunto Carter –scopriamo che il nostro sistema solare è solo un esempio della varietà di sistemi planetari che la natura può creare”.

Fonte: http://daily.wired.it/news/scienza/2011/09/16/pianeta-due-soli-kepler-16b-13859.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *