Cellula staminale scoperta da ricercatori italiani

Scoperta molto interessante avvenuta nel laboratorio sperimentale del Dipartimento di Medicina Trasfusionale dell’Ospedale Civile di Pescara. Si tratta di una cellula staminale, chiamata “emangioblasto”, una “cellula bipotente” che sembra sia capace di formare sangue e cellule endoteliali, quelle  cellule che costituiscono vasi, arterie o capillari.

Una ricerca che porterebbe a sviluppi importanti in medicina rigenerativa e nello studio dei diversi tumori; la dottoressa Anna Berardi, responsabile del Laboratorio di ricerca sulle cellule staminali dell’Ospedale Civile di Pescara ha dichiarato:

Abbiamo coltivato in vitro una cellula staminale selezionata, cioè contraddistinta da alcune caratteristiche ben definite e dalla quale ci aspettavamo un determinato comportamento; dopo 5-6 settimane, in effetti, la staminale da noi isolata ha differenziato tipi cellulari del sangue e del tessuto endoteliale. Le cellule iniettate poi in un topo immunodeficiente, hanno legato con quelle del sangue dell’animale ed hanno inoltre generato nuovi vasi sanguigni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *