Con l’elettrowetting si genera energia elettrica dall’energia cinetica di una semplice passeggiata

E’ frutto di una idea di due ingegneri dell’università del Wisconsin, Tom Krupekin e Ashley Taylor. La loro intuizione fa sì che si riesca a convertire l’energia generata da una semplice passeggiata o, perché no, dall’attività fisica tipo jogging, sport praticato da un grandissimo numero di persone. Il dispositivo messo a punto dai due si basa sull’interazione di migliaia di goccioline di gallistano, una lega metallica liquida speciale composta da gallio, indio e stagno. Installando il sistema per esempio in una scarpa, tale interazione consente di ottenere energia ad ogni passo e, con un sistema wireless, tale energia può alimentare più dispositivi, senza ricorrere all’uso dei cavi, ma questa è per ora solo un’ipotesi che si sta ancora valutando. Bastano due sacche riempite di questa lega e poste in altrettanti elettrodi situati sotto le scarpe per produrre fino a un kilowatt di potenza a persona, l’energia necessaria, appunto, per ricaricare un telefono cellulare. Così sarebbe sufficiente camminare o fare una bella corsa per produrre l’elettricità necessaria per gli smartphone, computer o altri gadget elettronici.
La tecnologia, basata dunque sull’elettrowetting d’inversione, apre nuove frontiere verso il recupero e la gestione intelligente dell’energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *