Auto elettrica trovata nel bunker di Gheddafi

Come accade nella maggior parte dei casi, nel momento in cui cade un regime o un dittatore si susseguono le tante immagini del lusso in cui viveva quel dittatore… e questo accade anche in questi giorni di declino del potere del Rais Libico, Muammar Gheddafi. Ma la particolarità di questi giorni è il ritrovamento, da parte dei ribelli del Cnt, di un’auto elettrica, una 500 Special per la precisione.

La 500 è stata commissionata alle officine Castagna nel giugno del 2009 ed è una 500 Capri, elettrica, senza porte, legni e pelli in quantità industriali, interni color panna e finiture verdi, la capote color sabbia ed i cerchi in lega da 17 pollici. Sul montante di sinistra vi è un’immagine retroilluminata del Leone del deserto, rivolto al pilota, mentre sul montante di destra, un tondo con la raffigurazione simbolica della società libica e sul musetto, al posto del marchio Fiat, vi è un logo con la sagoma nera dell’Africa, con la Libia evidenziata in verde. L’auto elettrica è dotata di un motore elettrico da 34 kW, con la possibilità di raggiungere una velocità massima di 160 km/ora, con un’autonomia di 260 km ed un tempo di ricarica stimato di appena 10 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *