Scoperte due nuove galassie nella costellazione della Vergine

Sono state fotografate da uno dei telescopi più grandi del mondo, il Very Large Telescope (Vlt) dello European Southern Observatory (Eso), due nuove galassie nella costellazione della Vergine, simili a due occhi.

Queste due galassie sono state indicate con le sigle NGC 4435 e NGC 4438, ma per gli astronomi sono ”gli occhi della Vergine”, dalla somiglianza dei loro nuclei a due ovali bianchi e distano dalla Terra quasi 50 milioni di anni luce. Ma non sono del tutto simili. Infatti presentano alcune differenze nelle zone periferiche, generate forse da un’antica collisione. La galassia NGC 4435 sembra più compatta e priva di gas e polveri, mentre la galassia NGC 4438 presenta una scia di polvere più scura sotto il nucleo, giovani stelle alla sua sinistra e gas tutto intorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *