Ecco i pannelli con factory inspection

A meno di due settimane dalla pubblicazione delle regole applicative del IV conto energia 2011, Icim, ente di certificazione indipendente, ha rilasciato i primi certificati di factory inspection che danno diritto alla maggior incentivazione prevista per l’energia prodotta con l’utilizzo di componenti realizzati nell’Unione Europea. Tra le prime aziende farne richiesta: Beghelli, Tenesol e Atersa che si sono rivolte a Icim quale organismo di certificazione accreditato Iecee e unico ente italiano titolato all’ispezione di fabbrica che attesta le condizioni che danno accesso al riconoscimento dell’ulteriore 10% di incentivazione. A beneficiarne saranno i clienti che useranno moduli ed elementi delle aziende cosi’ riconosciute nei loro impianti fotovoltaici. La factory inspection prevista per la concessione della premialita’ aggiuntiva ha lo scopo di verificare che le piu’ rilevanti fasi produttive siano effettuate in siti europei (o che almeno uno tra silicio, wafer, celle sia prodotto in siti europei in caso di aziende produttrici extra EU), e che l’azienda produttrice abbia al proprio interno procedure e piani di produzione controllati, ovvero sia in grado di garantire una costanza qualitativa lungo tutto il processo produttivo, dalla fase di accettazione della materia prima al prodotto finito.(fonte:agi)

Altre aziende che si sono dotate del factory inspection sono la Solon e la Brandoni Solare.

Resta aggiornato con tutti i modelli dotati del factory inspection sul nostro forum

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *