Nanomateriali: in Texas una super sabbia filtra l’acqua purificandola

Fonte: www.architetturaecosostenibile.it

Il filtraggio dell’acqua tramite sabbia o ghiaia è un procedimento tuttora in uso ed approvato dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità. Esiste una nuova super sabbia che ha la capacità di eliminare anche sostanze come il mercurio ed icoloranti. Questo nuovo tipo di sabbia, rivestita con gusci di ossido di grafite, costituisce un passaggio fondamentale per il sostentamento di tutti quei paesi che non hanno a disposizione grandi risorse idriche potabili.

Il merito della scoperta è del laboratorio di nanomateriali di Pulickel Ajayan della Rice University di Huston, Texas. I risultati della sperimentazione, riportati su Applied Materials and Interfaces, mostrano che le proprietà di questo particolare tipo di sabbia sono incomparabilmente superiori a quelle dei soli granelli e simili a quelle del carbone attivo usato normalmente nei filtri delle abitazioni. La super sabbia risulta cinque volte più filtrante della normale sabbia.

Attorno a ciascun granello si forma un involucro, che a sua volta risulta avere caratteristiche idrofile fuori ed idrofobiche nella parte interna. La capacità di catturare le sostanze contaminanti dell’acqua è data da speciali molecole chiamate tioli.

La sabbia normale, infatti, filtrando sostanze come il mercurio, arriva a saturazione dopo 10 minuti di filtraggio, mentre la nuova sabbia potenziata è in grado di filtrarefino a 50 minuti.

Il prossimo passo sarà quello di riuscire ad ingegnerizzare alcune forme di super sabbia per specifici contaminanti, come l’arsenico e il tricloroetilene.

Fonte: architetturaecosostenibile.it

 

1 comment for “Nanomateriali: in Texas una super sabbia filtra l’acqua purificandola

  1. Pingback: www.blog-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *