Un asteroide verso la Terra

Domani un asteroide “sfiorerà” la Terra, ad una distanza di 12.000 km, ma secondo gli esperti del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa non porterà alcun pericolo.

È stato stimato che il contatto avverrà intorno alle 19 del 27/06/2011, in corrispondenza delle coste antartiche bagnate dall’Atlantico meridionale. L’asteroide, chiamato 2011 MD, pare abbia un diametro fra gli 8 ed i 18 metri, e sarà l’oggetto più grande che abbia raggiunto la Terra da quando è attivo il programma Neo (Near Earth Objects) di sorveglianza dei piccoli corpi celesti che possono avvicinarsi alla Terra. L’evento di domani non batte comunque tutti i record, perché lo scorso 4 febbraio un piccolo asteroide, il 2011 CQ1, era passato a 5.480 km dalla superficie terrestre, la distanza più piccola mai registrata.

Con l’utilizzo di un buon telescopio, si potrà ammirare l’evento dal Sudafrica, dall’Australia, dalla Nuova Zelanda, dall’Asia meridionale e dal Pacifico occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *