Samsung crea la sua smart city: ecco Saemangeum

Da diverso tempo il nostro sito segue con attenzione l’evolversi dei progetti riguardo le smart cities. Ora la notizia delle ultime ore vede protagonista il colosso Samsung. L’azienda investirà 7 miliardi di dollare per crearne una, presso Saemangeum. Avrà un parco industriale eco energetico, un mega impianto eolico, quartieri interamente alimentati da energia solare ed un centro speciale di ricerca che creerà almeno 20 mila di posti di lavoro. Si dovrebbe creare anche una base per la produzione di batteire solai.

Stando a quanto affermato dalla compagnia, il complesso sarà realizzato nella regione occidentale, lungo le coste di Saemangeum, in una nuova zona creata praticamente dal nulla. I lavori di costruzione inizieranno nel 2021, e si snoderanno attraverso il susseguirsi di tre fasi che porteranno le installazioni ad essere completamente ultimate entro il 2040. La palude del Saemangeum è stata bonificata nel 2006 dal governo grazie alla costruzione della più lunga diga artificiale mai realizzata (33km) strappata definitivamente alle acque del Mar Giallo; l’esecutivo spera così di recuperare la superficie di circa 325 km² e così destinarla alla costruzione di infrastrutture per l’agricoltura, il turismo e per complessi industriali ecosostenibili.

Samsung non sarà però l’unico investitore: la OCI, tra i più grandi produttori di polisilicati per la realizzazione di pannelli fotovoltaici, ha garantito un impegno di 9 mllioni vent’anni dopo. La costruzione del complesso avrà inizio nel 2021 e terminerà entro il 2040.
Il governo si è impegnato a completare i lavori di bonifica entro il 2020. Successivamente, dal 2021 al 2026, le infrastrutture industriali, compresi i trasporti, la logistica e la forza lavoro saranno ampliati e completati. Nella seconda fase, dal 2027 al 2030, Samsung investirà nell’Energy Storage System (ESS), costruito in una zona di circa 3 chilometri quadrati e investirà denaro nelle turbine eoliche e negli impianti solari. Dal 2031 al 2040, infine, la zona ad energia verde sarà completata e il gruppo investirà su un’area di circa 4 chilometri quadrati a pannelli solari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *