DNA: gomma speciale dagli Usa corregge errori che causano tumori e distrofie

E’ ancora uno studio sperimentale, peraltro non testato sull’uomo, ma se verrà confermato porterà non pochi benefici alla salute degli esseri di tutto il mondo. Stiamo parlando di un studio di ricercatori Usa che hanno ideato una speciale gomma che corregge la catena genetica. E’ un progetto ideato da Robert Bambara dell’università di Rochester. Il meccanismo, descritto su Nature, permette di correggere una mutazione che dà un errato segnale al meccanismo cellulare che sintetizza le proteine e che è responsabile di malattie come fibrosi cistica, distrofia muscolare e alcuni tumori.

La nuova terapia non agisce esattamente sul Dna ma direttamente sull’Rna messaggero, usato come stampo per produrre proteine. La soluzione proposta dallo staff americano consiste nel produrre dunque una specie di “gomma da cancellare”, un frammento chiamato “Rna guida” che va a sostituire il segmento danneggiato e ne inserisce uno dove, al posto del segnale di stop, si trova un semaforo verde che permette ai ribosomi di completare il loro percorso leggendo tutte le informazioni, portando quindi a termine la produzione delle proteine.

I ribosomi (ovvero le particelle responsabili della sintesi proteica) leggono infatti le istruzioni sull’Rna messaggero, che contiene il codice per sintetizzare ciascuna proteina, finchè non arrivano ad un segnale di stop e si fermano. In molte malattie genetiche, però, questo segnale di stop si trova nel punto sbagliato e di conseguenza la produzione della proteina viene bloccato prima del tempo con il risultato che la proteina risulta essere incompleta e difettosa.

Agendo direttamente sull’Rna i ricercatori sono riusciti a cancellare il segnale di stop errato e, quindi – per ora in esperimenti di laboratorio su cellule di lievito – a ripristinare la corretta sintesi proteica. La terapia si basa sulla produzione di una sostanza, a sua volta un frammento di Rna, chiamato Rna guida, che cancella il segnale di stop, così il ribosoma continua a scrivere la proteina sintetizzandola in modo corretto.

La terapia, ancora alle primissime fasi di sperimentazione, rappresenta un nuovo approccio alle mutazioni che causano un terzo della malattie genetiche.

Fonti: fastweb.it, nuovasocietà.it, medicinalive.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *