Raggi laser dai reni umani e dalle meduse: eccezionale invenzione dagli Usa

E’ una notizia a dir poco sensazionale: ricercatori americani del Massachusetts General Hospital hanno usato una cellula staminale umana geneticamente modificata e l’hanno resa in grado di emettere raggi laser, trasferendo al suo interno il gene di una medusa. La scoperta è stata descritta dagli stessi sulla rivista Nature Photonics. Malte Galther e Seok Hyun Yun sono i ricercatori che hanno ingegnerizzato le cellule per esprimere la GFP (green fluorescent protein, una proteina prodotta dalle meduse) e, illuminandole con luce blu, sono riusciti a far generare un raggio laser senza causare la morte della cellula. I ricercatori hanno dapprima montato un dispositivo costituito da un cilindro lungo alcuni centimetri, con specchi alle estremità, riempito con una soluzione di GFP in acqua. Dopo la prima conferma che la soluzione di GFP poteva amplificare l’energia in ingresso in brevi impulsi di luce laser, i ricercatori hanno stimato la concentrazione di GFP necessaria per produrre l’effetto laser.  Il laser cellulare è stato assemblato mettendo un singolo organismo  che esprimeva la GFP – del diametro di 15-20 milionesimi di metro – in una microcavità costituita da due specchi altamente riflettenti.

Ora si cercherà di portare le comunicazioni ottiche e l’informatica nel regno della biotecnologia soprattutto per il campo dell’imaging e delle terapie.

 

 

Fonti: ansa, asca, gaianews

 

1 comment for “Raggi laser dai reni umani e dalle meduse: eccezionale invenzione dagli Usa

  1. Pingback: www.blog-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *