La Datazione al Radiocarbonio arriva in Belgio

Presto anche il Belgio avrà il suo Acceleratore di Massa, per effettuare le Datazioni al Carbonio14.

Pare che il Royal Institute per i Beni Culturali del Belgio, l’IRPA/Kik, abbia firmato un accordo di collaborazione scientifica con il Politecnico federale di Zurigo per la costruzione di una macchina-AMS, Accellerated Mass Spectrometer. Sarà una macchina di ultima generazione, la cosiddetta MICADAS, sviluppata appositamente per la misurazione di bassi contenuti naturali di radiocarbonio, C14 con concentrazione inferiore al 10%, con un’altissima precisione.

Il laboratorio di datazione al radiocarbonio di IRPA/KIK, gode di un’ottima reputazione a livello internazionale per le sue numerose ricerche sulla datazione archeologica, artistica e geologica, ma con l’inserimento di questo straordinario strumento di ricerca, vedrà rafforzarsi e consolidarsi ulteriormente la sua fama.

Il metodo del 14C (carbonio-14) o del radiocarbonio, è un metodo di datazione radiometrica basato sulla misura delle abbondanze relative degli isotopi del carbonio, un’elemento chimico fondamentale per la vita sulla Terra e per questo presente in tutte le sostanze organiche che ci circondano. In realtà, esso è presente sulla terra in tre isotopi: due stabili, il 12C e il 13C ed uno radioattivo, il 14C appunto. Venne ideato e messo a punto tra il 1945 e il 1955 dal chimico statunitense Willard Frank Libby, che per questa straordinaria scoperta vinse il Premio Nobel nel 1960.

Con questa scoperta divenne possibile datare materiali di origine organica come ossa, legno, fibre tessili, semi, carboni di legno ecc, in maniera assoluta, cioè in anni calendariali, materiali di età compresa tra i 50.000 ed i 100 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *