La Svizzera chiude al nucleare ed apre alle rinnovabili

È notizia di poche ore, ma pare che il governo svizzero, abbia  deciso di uscire gradualmente dal nucleare. La consigliera federale Doris Leuthard, responsabile dell’ambiente, pare sia sicura della scelta e che abbandonare il nucleare darà i suoi frutti nel futuro, anche da un punto di vista economico.

La svizzera quindi, entro il 2034 chiuderà le sue centrali nucleari, attualmente sono cinque e puntano verso il risparmio energetico ed il potenziamento dell’energia idroelettrica e delle nuove energie rinnovabili. Inizialmente si punterà ad aumenterà il ricorso all’elettricità generata da gas a ciclo combinato, poi si punterà alle nuove tecnologie, sfruttando anche i tanti incentivi a favore delle rinnovabili.

1 comment for “La Svizzera chiude al nucleare ed apre alle rinnovabili

  1. ziomaul
    2012-03-21 at 02:09

    La Svizzera non produce il 40% del fabbisogno di energia elettrica! Questo perchè esporta gran parte di quella energia elettrica. Per questo che le suddette centrali sono posizionate vicino i confini. Le richieste estere però diminuiscono di anno in anno specie per la concorrenza Austriaca che è priva di centrali atomiche.

    Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *