Scoperte piramidi nascoste grazie alle foto spaziali, in Egitto

Le tecnologie e le innovazioni al servizio dei beni culturali e dell’arte … ora si sfruttano anche i satelliti.

Pare siano state identificate ben 17 piramidi, nascoste e finora sconosciute, in Egitto, grazie alle immagini ad infrarossi scattate da satelliti spaziali. Ma non è tutto. Infatti, oltre alle 17 piramidi nascoste nei deserti egiziani, pare siano state individuate anche mille tombe e ben tremila antichi insediamenti. A fare la scoperta pare essere stata un’egittologa americana, Sarah Parcak ricercatrice presso l’Università dell’Alabama, a Birmingham, la quale ha ottenuto questi straordinari risultati sfruttando la capacità degli infrarossi di penetrare nel terreno e mettere in risalto la differente densità dei materiali.

La studiosa, sapendo che gli antichi egizi costruivano le loro case ed i loro templi con mattoni di fango essiccato e che questi sono molto più densi del terreno circostante, è stata in grado di identificare queste straordinarie strutture osservando le immagini, dove apparivano particolarmente riconoscibili le strutture. Inoltre gli scavi condotti in due di queste località, hanno già dato i primi risultati, confermando le immagini.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *