Un Museo Archeologico Subacqueo con l’ausilio di una telecamera

Nel 2009 a Ventotene, ad una profondità di 150 metri, venne rinvenuto un meraviglioso relitto romano di età imperiale, carico di migliaia di anfore, che sembrava destinato all’abbandono a causa dell’inamovibilità per la profondità in cui si trovava … ora sta per diventare fruibile a tutti, diventando il primo museo in Italia di  archeologia subacquea.

Ciò sarà possibile grazie all’istallazione di una telecamera all’interno di una capsula trasparente, che registrerà momento per momento il relitto ed invierà ad un sito internet le sue riprese, tutto in diretta. Queste immagini, a loro volta, verranno riprodotte nel Museo dell’isola.

Ancora una volta le tecnologie e l’innovazione rendono i beni culturali fruibili a tutti, anche quando sembra impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *