Le Biotecnologie aiutano a combattere la crisi

Confermata ieri, in un’assemblea svoltasi a Milano, l’importanza per il sistema italiano del settore delle biotecnologie. Ancora una volta viene sottolineata l’utilità delle industrie biotecnologiche o “biotech” per rilanciare la competitività del nostro Paese, grazie allo sfruttamento della loro capacità di produrre innovazione, impresa ed occupazione. Il presidente di Assobiotech, Alessandro Sidoli, pare abbia sottolineato come il settore abbia retto bene alla congiuntura economico-finanziaria internazionale, andando ad aumentare il fatturato e gli investimenti in ricerca, grazie ai quali l’Italia, oggi, possiede una posizione internazionale di tutto rilievo, essendo diventata il terzo Paese europeo per numero di imprese dedicate.

Rimane importante per l’Italia continuare ad investire in conoscenza, avendo a modello i Paesi più avanzati, come gli Usa, la Germania ed il Giappone, e realtà emergenti di tutto rispetto, come il Brasile, l’India e la Cina. In questo modo l’Italia, investendo nelle biotecnologie, potrebbe rendere più competitivo di 1/5 il suo prodotto nazionale e migliorare le condizioni di lavoro di un lavoratore su dieci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *