Ecco Skabyk, per valorizzare il patrimonio architettonico pugliese

Fonte: architetturaecosostenibile.it

Dai giovani professionisti baresi dell’associazione culturale Archivagando è nata, da poco più di un anno, SKABYK una piattaforma web open source dedicata all’architettura locale. Si tratta di uno Start Up realizzato con un finanziamento stanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Puglia. Risultato tra i vincitori del concorso “Bollenti Spiriti – Giovani idee per una Puglia migliore”, rappresenta uno strumento innovativo ed originale per catalizzare l’attenzione di turisti e appassionati sul patrimonio architettonico locale, ricco di manifestazioni di vari stili, talvolta ibridati in manifestazioni insolite e decisamente uniche, espressione della storica apertura culturale di questa terra. Sono tantissime, sparse sull’intero territorio pugliese, le chiesette rupestri, le torri e le masserie raggiungibili percorrendo antichi tratturi o mulattiere dal sapore decisamente suggestivo. Da queste considerazioni probabilmente nasce SKABYK, una piattaforma web 2.0 di ultima generazione, strutturata quindi sull’esempio del celebre Wiki, divenuto ormai sinonimo di software collaborativo. Ha tutta l’aria di essere la naturale evoluzione di lunghe serate passate tra amici a parlare dei posti visitati e questo in fondo rimane,l’occasione di scambiarsi informazioni non solo di natura tecnica e quindi anche esperienze, suggestioni, il tutto all’interno di una community di appassionati di architettura e di viaggi, accessibile a tutti.

SKABYK, acronimo di Shared Knowledge on Architectural Beauties You Know, consente di raccogliere fotografie, testi, restituzioni tridimensionali ed ogni altro contributo utile a descrivere il bene architettonico. Si va delineando dunque un patrimonio di conoscenza in continua evoluzione destinato a diventare tanto più prezioso e significativo quanto più numerosi e variegati saranno i contributi lasciati. È un progetto destinato a crescere, nutrendosi della partecipazione volontaria degli utenti così come è avvenuto per Wikipedia divenuta oggi la fonte privilegiata per ogni ricerca.

Attraverso l’invio, a titolo gratuito, di materiale editoriale, il singolo utente avrà la possibilità di suggerire itinerari insoliti da seguire in macchina o in bicicletta, dando visibilità anche a luoghi poco conosciuti che spesso uniscono al pregio architettonico il fascino e la tranquillità del contesto in cui si trovano.

Non è semplicemente uno strumento di consultazione ma un servizio che si propone di stimolare negli utenti il desiderio di visitare luoghi anche poco noti, vederli dal vivo, apprezzarne le architetture per poi raccontarle offrendo ad altri la possibilità di scoprirle in un sistema di promozione partecipata del territorio..

Molti siti sono già stati inseriti, con contributi di qualità, come nel caso della Chiesa di S. Caterina d’Alessandria nella città di Bitonto per la quale è già disponibile la restituzione tridimensionale, mentre per molti altri le informazioni si limitano ancora all’essenziale. Tuttavia il progetto è ambizioso e continua a crescere con nuove interessanti funzionalità in fase di implementazione.

Non resta dunque che mettersi in viaggio, magari con macchina fotografica al seguito e tanta voglia di scoprire, sperimentare e avventurarsi e, per farlo, non occorre necessariamente prendere un aereo. Basta un collegamento ad internet, un po’ di curiosità e la voglia di accettare un buon suggerimento per scoprire bellezze insospettabili a pochi chilometri da casa.

Leggi l’articolo completo su: architetturaecosostenibile.it

Visita SKABYK
Il sito dell’associazione culturale Archivagando

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *