Rinnovabili: il Giappone pare abbia deciso di promuoverle

Pare che il Giappone abbia deciso di cambiare.

Dopo il disastro di Fukushima, causato dallo tsunami dello sorso 11 marzo, Naoto Kan primo ministro giapponese, si opporrà al progetto di allargare l’impiego dell’energia nucleare. Molto meglio puntare sulle fonti rinnovabili.

Il governo giapponese intendeva aumentare dal 30 al 50% la quantità di elettricità prodotta dalle centrali nucleari, affidando solo il 20% alle fonti rinnovabili. Ma ora la situazione cambierà, puntando all’aumento delle energie rinnovabili, che andrà a completare il ricorso al petrolio e all’energia nucleare. Il Giappone inoltre, pare abbia chiesto ad una seconda centrale nucleare, quella di Hamaoka sulle rive dell’oceano, di cessare l’attività, in quanto ritenuta località sismicamente sensibile nei prossimi 30 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *