Quarto conto energia, Governo: la decisione slitta al 3 maggio

Il Governo continua a prendere tempo sulla questione del conto energia. Dopo aver incassato il no delle regioni da più parti si sosteneva che il Governo avrebbe emanato lo stesso il decreto, probabilmente prorogando il terzo conto energia fino al 31 agosto 2011 ed invece l’accordo,che doveva essere ratificato ieri, slitta ancora. La causa dello slittamento è stata dovuta al mancato accordo tra i ministri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico. Le divergenze tra le due posizioni riguardano il meccanismo incentivante. In particolare secondo la Prestigiacomo ci sarebbe la necessità di far partire gli incentivi dal momento dell’allacciamento, ma in ogni caso entro due mesi dal completamento dell’impianto, dimostrato da una precisa certificazione. Con queta proposta la Prestigiacomo vorrebbe garantire ai proprietari dei pannelli che in caso di ritardi nell’allacciamento da parte della società elettrica gli incentivi saranno erogati lo stesso. Secondo invece il ministro Romani non sembra giusto che i consumatori paghino in bolletta dei sussidi per degli impianti che, in quel momento, non essendo allacciati non producono ancora energia elettrica. Da più parti si psera che il 3 maggi si arrivi ad un accordo e si sblocchi la situazione. Seguiranno aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *