Bmw e Siemens insieme per le auto elettriche che si ricaricano senza fili

Nasce da una collaborazione tra Siemens e Bmw un innovativo progetto per la ricarica a induzione cioè senza l’uso dei cavi. Si tratta di un sistema molto interessante e dagli importanti sviluppi in campo automobilistico visto ormai il propagarsi delle auto elettriche. Il progetto è stato presentato nel corso dell’Hannover Messe 2011. Ecco come funziona:  una bobina a terra facente parte della stazione di ricarica da 3,6 kilowatt, o presente potenzialmente anche alla fermata di un semaforo, nei parcheggi o nei centri commerciali, collegata al sistema elettrico pubblico, genera un campo magnetico che induce corrente elettrica verso una seconda bobina installata sul fondo della macchina e distante tra gli otto e i quindici centimetri dalla prima. Il risultato del processo è la ricarica della batteria della vettura, con un’efficienza del 90%. Si potrebbero così avere delle speciali piastre sotto l’asfalto o delle speciali corsie stradali di ricarica per semplice induzione.

A partire da maggio, un prototipo del progetto con potenza di 3,6 kilowatt verrà testato in un veicolo, mentre da giugno grazie ai finanziamenti del Ministero dell’Ambiente tedesco,
il sistema verrà provato su un parco auto più ampio, in modo da evidenziare eventuali problemi e anomalie segnalate dagli utilizzatori.

Riguardo alla salute degli automobilisti, Siemens ci tiene a sottolineare che il dispositivo di ricarica senza fili genera un’induzione magnetica con densità inferiore ai 6,25 microtesla, limite raccomandato a livello internazionale. Seguiranno aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *