Conti dell’Enel sul nucleare: “non si può rinunciare”

L’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ne è sicuro, all’Italia serve il nucleare. Senza aver paura, perché il nuovo nucleare, attualmente, pare sia totalmente diverso dal vecchio; è più sicuro, è più innovativo, è meno costoso ed è ad emissioni zero. Inoltre gli sviluppi tecnologici donano maggiore sicurezza sulle capacità e sull’avanguardia di queste modalità di produzione di energie.

Ed ha aggiunto che le tecnologie sfruttabili sono diverse e se andrà avanti la moratoria sul nucleare, si cercheranno ulteriori progetti, sempre più innovativi, in modo tale da produrre energia a basso costo e senza emissioni. L’importante pare sia convincere gli italiani… “perché l’energia si deve e si può produrre con tutte le tecnologie disponibili, incluso il carbone”. L’A.D., inoltre, trova sconveniente il taglio agli incentivi al fotovoltaico, in quanto le rinnovabili rimangono sempre un punto fondamentale per l’energia del nostro Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *