Città: Il futuro dei trasporti pubblici risiede nella mobilità elettrica

Comunicato stampa – Siemens presenta i sistemi di trasporto pubblico alla Fiera Internazionale UITP 2011 a Dubai

Al giorno d’oggi, trasporti pubblici sicuri e efficienti diventano un fattore cruciale quando si parla di qualità della vita e di competitività delle città e delle regioni del mondo. La mobilità perfettamente integrata e sostenibile è il tema chiave del ventunesimo secolo. Hans-Jorg Grundmann, CEO della Divisione Mobility di Siemens, ha affermato: “TrasportI pubblici efficienti e sistemi di gestione del traffico sono le chiavi di volta per superare le grandi sfide del presente, come per esempio la riduzione dei gas serra e del traffico. I trasporti pubblici elettrici come i treni metropolitani, la metrotramvia e il servizio autobus, riducono il consumo di energia e preservano l’ambiente. Siemens è quindi convinta che il futuro dei trasporti pubblici sarà in larga parte dominato dalla mobilità elettrica.” Per andare incontro a questo scenario, la divisione Mobility di Siemens presenterà nuovi prodotti e nuove soluzioni per il trasporto pubblico urbano alla Fiera Internazionale UITP che si terrà a Dubai dal 10 al 13 aprile del 2011. Quest’anno, lo slogan della fiera internazionale sarà “Trasporti pubblici: Azione”. Tuttavia, la Divisione Mobility di Siemens non è solo impegnata sul fronte dei trasporti pubblici su rotaia. Presenterà anche prodotti per il trasporto individuale. Con il suo approccio “Complete mobility”, Siemens sta cercando di collegare tra loro le diverse modalità di trasporto in maniera tale da contribuire a dar vita a trasporti pubblici di beni e persone più efficienti ed ecologici.

La crescente urbanizzazione e il conseguente aumento del volume del traffico nelle città, da una parte, e il bisogno crescente di proteggere l’ambiente, dall’altra, farà crescere sempre più la domanda di nuove soluzioni di mobilità eco-friendly negli anni a venire. Uno studio della società di consulenza Booz Allen Hamilton ha scoperto che le più grandi città del mondo investiranno più di 5 mila miliardi di euro in infrastrutture (strade e reti ferroviarie) entro il 2035. L’UNIFE, l’Associazione dell’Industria Ferroviaria Europea, prevede che il mercato mondiale dei veicoli metropolitani, con un volume d’affari stimato ad oggi a circa 5 miliardi di euro, crescerà del 4% all’anno fino al 2016. Un boom nella crescita è previsto anche nella regione del Golfo. Per il mercato accessibile in Africa e Medio-Oriente si attende una crescita annuale di circa il 4,5% entro il 2016. “Non possono che essere le migliori condizioni per noi, fornitori leader al mondo di soluzioni logistiche e di trasporti pubblici integrati. Vogliamo far parte di questa crescita, soprattutto con la nostra nuova piattaforma metropolitana Inspiro” ha affermato Grundmann. Siemens è la sola compagnia al mondo in grado di offrire un pacchetto integrato di soluzioni per il trasporto pubblico. Questo pacchetto include: progetti ferroviari chiavi in mano, sistemi di controllo delle operazioni, del traffico e della rete ferroviaria e stradale, forniture di energia di trazione, materiale rotabile per il trasporto pubblico e servizi per la linea principale e regionale. Il nostro portfolio copre anche la logistica aeroportuale e l’automazione postale. Sommando tutto questo, diventa chiaro capire il perché la Divisione Mobility di Siemens detenga una posizione di vendita unica e di potere.

Siemens presenta il modello del nuovo Inspiro

Il focus centrale della presentazione di Siemens alla Fiera di Dubai sarà Inspiro, il nuovo treno metropolitano per il trasporto pubblico, che verrà esposto alla fiera. In fase di sviluppo, la priorità massima è stata dedicata alla compatibilità ambientale del treno. La struttura leggera del treno, in alluminio, il nuovo controllo demand-responsive del sistema HVAC e i carrelli dal peso ottimizzato contribuiscono a ridurre il consumo di energia. L’uso opzionale dei sistemi di assistenza al conducente e la possibilità di adottare un sistema di guida automatica assicurano ulteriore efficienza energetica.

La nuova concezione di treno modulare indipendente rende possibili configurazioni da tre a otto vetture con diversi livelli di motorizzazione. La larghezza massimizzata delle porte e i sistemi di rilevamento del carico permettono ai passeggeri a bordo di scendere più velocemente, così da ridurre i tempi di attesa in stazione. In aggiunta, la nuova struttura interna assicura maggiore spazio per i passeggeri, con una più ampia area nel passaggio tra i vagoni. Il design moderno e futuristico di Inspiro è stato progettato dalla rinomata agenzia BMW Designworks.

I veicoli rispettano gli standard europei relativi alla protezione antincendio e antiurto secondo le norme CEN/TS 45545 e prEN 15227 e possono essere riciclati fino al 95%. Ulteriori vantaggi derivano dall’utilizzo sistematico di componenti standard e collaudati da tempo, con un basso tasso di guasto e, da ultimo ma non meno importante, dai più bassi costi di manutenzione e riparazione dell’intero treno.

La Divisione Mobility di Siemens si è aggiudicata il primo ordine di vendita per la nuova generazione Inspiro in Polonia. La metropolitana di Varsavia ha ordinato un totale di 35 treni (a sei carrozze) nel febbraio 2011 per i suoi 23 chilometri di rete metropolitana. L’ordine comprende la consegna, la messa in servizio, il collaudo e la certificazione dei veicoli. La consegna è prevista per l’autunno del 2012.

Avenio Configurator

In esposizione all’UITP 2011 ci sarà anche Avenio Configurator, la nuova linea tranviaria progettata dalla Divisione Mobility di Siemens. Il Configurator rende possibile l’assemblamento delle carrozze dei treni (da due a otto) con una lunghezza complessiva compresa tra i 18 e i 72 metri così da poter incontrare le esigenze di capacità per ogni applicazione. Il tour virtuale su video mostra il design interno personalizzato e il numero dei posti a sedere. Avenio si basa su ulteriori sviluppi dei tram Combino che sono in funzione a Budapest, in Ungaria e a Lisbona/Almada, in Portogallo. Il corpo della vettura è costituito da una nuova e leggera lega d’acciaio ed è composto di un numero minore di parti rispetto ai modelli precedenti. Questo riduce non solo il peso ma anche i costi di costruzione di ogni vettura. Il design del veicolo e del carrello riduce le forze esercitate sia in curva sia in rettilineo così da migliorare il confort del passeggero e da diminuire l’usura della ruota e della rete ferroviaria. La struttura interna è stata migliorata così da offrire più posti a sedere. Avenio, proprio perché un treno di concezione indipendente, non solo è il più lungo e spazioso tram interamente a pianale ribassato  ma è anche il più silenzioso. Nel caso del Combino per Budapest, le emissioni di rumore sono state ridotte fino a 65 db rendendolo così il 15% più silenzioso dei precedenti veicoli operativi su quella linea.

Autobus completamente elettrici per il trasporto pubblico cittadino

“Complete mobility” significa networking, integrazione e multimodalità, soprattutto con lo scopo di incrementare l’efficienza – non solo in termini di più elevata produttività e performance ma anche nell’ottica di una migliore efficienza energetica. Lo scopo di una mobilità più sostenibile non può essere raggiunto senza attuare miglioramenti sostanziali. I sistemi innovativi per l’incremento dell’efficienza avranno quindi una posizione di rilievo nello stand di Siemens. Ciò include tutti i progetti interamente elettrici che Siemens mostrerà per la prima volta alla Mostra UITP.

Il sistema Electric Bus Rapid Transit – e-BRT – è una soluzione di trasporto pubblico innovativa ed eco-friendly che offre un altro grado di user-friendliness. Ancora in fase di sviluppo, questo sistema avrà la possibilità di operare senza catenaria e di integrare una unità di stoccaggio energia che si caratterizza per un’intelligente ricarica, il recupero di energia e per la tecnologia di gestione. Ogni autobus sarà quindi equipaggiato con una speciale unità di ricarica di energia particolarmente efficiente. Ad ogni fermata, la vettura e-BRT si ricarica dell’energia di cui ha bisogno per raggiungere la successiva. Ciò è reso possibile da un tempo di ricarica di soli 20 secondi. Un tempo sicuramente inferiore rispetto a quello richiesto dai passeggeri per salire e scendere dall’autobus. Diversamente dai comuni autobus, grazie a dei motori a trazione la forza frenante generata da questo autobus viene convertita in energia elettrica che poi viene stoccata nelle potenti unità di ricarica.

L’e-BRT è stato progettato come sistema a zero emissioni. Il suo utilizzo di energia (elettrica) è circa due volte più alto rispetto alle soluzioni termali e ibride. La soluzione Siemens include inoltre un separato, completamente equipaggiato, deposito di manutenzione e fermata dei veicoli, completo di stazioni di ricarica. Queste stazioni hanno un sistema di gestione intelligente dell’energia che guida gli autobus elettrici non appena raggiungono le fermate. Questo assicura non solo un contatto preciso con il sistema di ricarica ma anche un facile accesso per i passeggeri al piano ribassato.

Sistemi di controllo ferroviario del futuro

Un numero di informazioni sempre maggiore sta diventando disponibile per il controllo e l’ottimizzazione delle varie modalità di trasporto pubblico. Essere in grado di registrare, valutare ed elaborare velocemente queste informazioni è di fondamentale importanza. Il progetto sviluppato da Siemens è stato impostato in modo tale da rendere questo flusso di informazioni gestibile. “Operation Control Interaction Lab”, la visione di Siemens dei sistemi di controllo ferroviario del futuro, è stato presentato al pubblico per la prima volta a InnoTrans 2010. In occasione della mostra UITP, questo studio sarà implementato con i più recenti contributi relativi alla modalità di implementazione di forme di intermodalità rapide ed efficaci.

Processi di lavoro efficienti e stazioni di lavoro ergonomiche renderanno la nuova generazione di centri di controllo un importante valore aggiunto. Oltre alla struttura della stazione di lavoro, un bilanciamento pratico deve essere trovato tra aspetti funzionali, ergonomici ed economici. Lo studio di design presentato per l’elaborazione più efficiente di una ampia gamma di informazioni rivoluzionerà le abitudini di lavoro. Un grande schermo multi-touch aprirà nuove possibilità di interazione e renderà le azioni dell’operatore intellegibili. Il contatto delle dita facilita la pianificazione ed il controllo della distribuzione della flotta dei treni, il monitoraggio dei tempi di percorrenza, dei treni e dell’infrastruttura, l’annullamento degli imbottigliamenti, la pianificazione degli spostamenti del treno non previsti, e l’organizzazione delle deviazioni. I compiti giornalieri del centro di controllo sono ottimizzati dall’interazione delle funzionalità e dei ruoli, i tempi di risposta sono ridotti e i processi di coordinazione diventano più precisi. La visualizzazione uniforme e un’interazione sistemica a ampio raggio rende possibili operazioni intuitive e aiuta l’utente a controllare il flusso del traffico in modo efficace.

Soluzioni di mobilità per il trasporto pubblico intermodale

Le soluzioni intermodali per le città saranno presentate con l’aiuto della simulazione interattiva “Innovative urban transport”. L’agevole interazione tra i trasporti pubblici e gli spostamenti dei veicoli a motore privati che avvengono in città potranno essere visualizzati su uno schermo  multi-touch. Questo sistema ha tutte le caratteristiche per diventare il sistema di controllo del traffico completo del futuro.

# # #

Siemens rappresenta una delle più importanti multinazionali operanti a livello mondiale. Presente in oltre 190 paesi con circa 405.000 collaboratori, un fatturato 2009/10 di 76 miliardi di Euro e un utile netto di 4,1 miliardi di Euro,  Siemens opera nei settori industria, energia e sanità, e si distingue da oltre 160 anni per innovazione, qualità, affidabilità, eccellenza delle proprie soluzioni e per l’importante presenza sul mercato internazionale. Siemens è il più importante fornitore a livello globale di tecnologie ecosostenibili, grazie alle quali ha generato un fatturato di circa 28 miliardi di Euro, più di un terzo del proprio fatturato totale. In Italia Siemens possiede cinque stabilimenti produttivi e sei centri di ricerca e sviluppo, alcuni dei quali sono centri di eccellenza mondiale. Siemens in Italia, che ha chiuso l’esercizio 2009/10 con un fatturato di 2,5 miliardi di Euro e ordini per 2,6 miliardi di Euro, costituisce una delle maggiori realtà industriali attive nel nostro Paese.

www.siemens.it

Il Settore Industry di Siemens (Erlangen, Germania) è fornitore leader a livello mondiale di tecnologie environmentally friendly per la produzione, il trasporto, il settore building e l’illuminazione. Con tecnologie per l’automazione integrata e soluzioni complete rivolte ai diversi comparti industriali, Siemens aumenta la produttività, l’efficienza e la flessibilità dei propri clienti nelle varie categorie dell’industria e delle infrastrutture. Il Settore Industry è costituito da sei divisioni: Building Technologies, Drive Technologies, Industry Automation, Industry Solutions, Mobility e Osram. Con circa 204.000 collaboratori in tutto il mondo (al 30 settembre 2010), Siemens Industry ha chiuso l’anno fiscale 2010 (terminato il 30 settembre) con un fatturato totale di circa 35 miliardi di Euro.

www.siemens.it/industry

La divisione Mobility di Siemens (Erlangen, Germania) è fornitore leader a livello mondiale di soluzioni per il trasporto e la logistica. Con il proprio approccio denominato “Complete mobility”, la divisione si focalizza sull’interconnessione delle varie modalità di trasporto al fine di assicurare efficienza ed eco-compatibilità nel trasporto di passeggeri e beni. “Complete mobility” unisce la competenza dell’azienda nei sistemi per il controllo ferroviario e stradale, con soluzioni per la logistica aeroportuale, l’automazione postale, per la fornitura di trazione e il materiale rotabile per il transito delle masse, servizi regionali e di linea, fino a sistemi chiavi in mano e all’ideazione di servizi innovativi. Con circa 24.000 dipendenti in tutto il mondo al 30 settembre 2010, la divisione Mobility di Siemens ha registrato un fatturato di € 6,5 miliardi nell’anno fiscale 2010.

www.siemens.com/mobility

Per ulteriori informazioni:

Business Press

Silvia Sala, Cristiana Rovelli,

siemens@bpress.it

tel + 39.02.72585.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *