Effettuato nuovo trapianto facciale completo

L’eccezionale operazione di chirurgia plastica ricostruttiva è stata effettuata da un team di chirurghi dell’ospedale della capitale del Massachussets su un giovane ragazzo 25enne, originario del Texas (USA), ed è stato il secondo caso al mondo.

Per effettuare la delicatissima operazione, trapiantando cioè da metà dello scalpo al collo il viso di un donatore, del quale l’uomo comunque non assumerà le sembianze, perché le ossa e i muscoli facciali non sono stati toccati, sono servite circa 15 ore di lavoro e ben 30 medici, tra chirurghi, anestesisti e personale sanitario, guidato dal Dott. Bohdan Pomahac.

Dallas Wiens, a soli 25 anni, nel 2008, viene a contatto con un cavo dell’alta tensione inavvertitamente, il quale gli brucia totalmente il viso e mette a repentaglio la sua vita. L’uomo ha attraversato tre mesi di coma con il rischio di rimanere paralizzato, ma una volta ristabilite le sue condizioni fisiche è stato deciso di passare all’intervento, nonostante questa pratica sia ancora molto difficile e pericolosa. Sono state ricostruite labbra, naso, la pelle del viso, i muscoli ed i nervi facciali, che gli doneranno nuova sensibilità cutanea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *