Nanotecnologie su Easyjet ridurranno il consumo di carburante

La compagnia aerea di voli low cost potrebbe essere una delle prime ad utilizzare le nanotecnologie perché utilizzerà un tipo di rivestimento che diminuirà l’attrito e consentirà dunque un consumo minore di carburante (stimato nell’ordine del 2% circa). Il film speciale ultra sottile è un polimero che unisce i legami alla superficie della vernice e aumenta di pochissimo il peso dell’aereo. Questo tipo di copertura, che utilizza al meglio le potenzialità delle nanotecnologie, è in grado così di ridurre l’accumulo di detriti sulle ali dell’aereo, sul bordo più esterno e sulle altri superfici, diminuendo in questo modo la resistenza sulla superficie dell’aereomobile.

Non si tratta comunque di una novità assoluta in quanto in campo militare si erano già viste questo tipo di soluzioni. La sperimentazione di Easyjet partirà su otto aerei che saranno monitorati per un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *