Ricerca italiana: arriva il fotovoltaico del futuro, quello senza silicio

E’ un prototipo di fotovoltaico di terza generazione e la cosa interessante è che non è composto di silicio ma da materiali organici ecocompatibili. Il progetto, guidato dall’Università di Torino, è stato recentemente presentato al Comune.
Tra qualche mese questi nuovi sistemi di generazione fotovoltaica saranno installati sulle vetrate di un edificio comunale di Settimo Torinese.
Precisamente la società che ha ideato il sistema fotovoltaico è la Cyanine Technologies Spa, società torinese costituita nel 2006 da 4 ricercatori della facoltà di Chimica, e Pianeta, del gruppo Asm. Il prototipo si basa sulle ‘dye sensitized solar cells’, la tecnologia messa a punto dal chimico svizzero Michael Grätzel e tra un anno e’ prevista l’industrializzazione del materiale: ”Il gruppo Kinexia – ha spiegato Aldo Corgiat, sindaco di Settimo Torinese – ha in animo di investire nello sviluppo del progetto di fotovoltaico organico portato avanti da Cyanine Technologies e Pianeta”.
Il pannello così prodotto ha un rendimento di 40 Watt al m2 con la luce solare e di 25 Watt al m2 con luce diffusa (quella che arriva dall’interno dell’appartamento o dell’ufficio).
Ipotizzando una superficie vetrata media di 10 m2 di un appartamento di 100 m2 vuol dire (considerando sia la produzione di giorno prodotta dal sole sia quella serale prodotta dalla luce diffusa) un rendimento di 55 Kwh al mese.
Le applicazioni di questa tecnologia saranno molteplici e soprattutto fantasiose: grazie all’utilizzo di coloranti per celle fotovoltaiche imprigionati tra le due lastre di vetro, sara’ possibile dunque produrre energia elettrica tramite qualunque tipo di superficie vetrata, che tra l’altro non necessitera’ neanche dell’esposizione diretta ai raggi solari.
Se le ricerche proseguiranno nel verso giusto in futuro magari potranno essere applicati sui tettucci delle auto o sulle tende nei campeggi per ricaricare piccoli apparecchi elettrici o magari il notebook.

1 comment for “Ricerca italiana: arriva il fotovoltaico del futuro, quello senza silicio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *