Il minieolico del futuro avrà le ali delle libellule e resisterà al vento in burrasca

Uno de problemi più importanti per gli impianti eolici di piccola taglia è il vento troppo forte, nel senso che in condizioni avverse, cioè quando si è in presenza di un vento molto forte, si ha un sovraccarico del generatore o addirittura rottura delle pale o del moltiplicatore di giri. Ciò perché le pale della turbina girano molto velocemente e sono soggette alle continue raffiche e accelerazioni date dal vento in burrasca. Alcune soluzioni sarebbero date dal riorientamento della pala stessa ma ciò nei piccoli impianti comporterebbe costi eccessivi.  Ora arrivano dal Giappone delle soluzioni tecnologiche molto importanti per cercare di risolvere questo annoso problema. I ricercatori dell’Università Nippon Bunri di Oita hanno progettato delle speciali turbine mini eoliche basandosi sulle ali delle libellule. Questo insetto riesce a volare anche in presenza di forte vento avverso grazie alle sue ali speciali. Proprio studiando i flussi aerodinamici e il profilo delle ali i ricercatori hanno progettato una pala eolica dove sono presenti dei speciali denti e solchi microscopici che permettono dunque una maggiroe stabilità. Il prototipo realizzato e testato in galleria del vento dal team di Akira Obata presenta delle pale lunghe 25 cm ed è stato sottoposto a raffiche di vento fino a 145 km/h. Si è visto come questi esperimenti siano stati brillantemente superati ed ora si spera di passare a pale eoliche di taglie più grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *