Tante le novità di Termoidraulica Clima Ecoenergie 2011

COMUNICATO STAMPA – Dal 30 marzo al 2 aprile 2011 l’appuntamento per gli operatori dell’impiantistica è a Padova

Milano, 7 febbraio 2011 – Cresce l’attesa per la prossima edizione di  Termoidraulica Clima Ecoenergie 2011, la Fiera dell’impiantistica termoidraulica organizzata da Senaf, che si terrà a PadovaFiere dal 30 marzo al 2 aprile 2011, per la prima volta in contemporanea con Hydrica, il salone biennale dedicato alla presentazione delle innovazioni e soluzioni tecnologiche ed impiantistiche per la gestione del servizio idrico integrato, il trattamento e il riuso delle acque reflue industriali, il trattamento dei fanghi degli impianti di depurazione e delle acque in agricoltura.

Un’occasione unica per approfondire il tema del risparmio – sia energetico sia economico – ottenibile mediante l’utilizzo di sistemi impiantistici di ultima generazione. Se infatti all’interno di Termoidraulica Clima Ecoenergie il focus sarà posto sui diversi ambiti applicativi delle tecnologie proposte in fiera dalle aziende (Impianti Residenziali, Impianti per il Terziario e il Commercio e Impianti industriali), Hydrica si concentrerà sulla presentazione delle migliori soluzioni atte al recupero e al reimpiego delle acque reflue.

All’edizione 2011 inoltre, per accentuare il carattere internazionale della manifestazione e offrire agli espositori nuove opportunità di business, saranno presenti in fiera importanti delegazioni di buyer esteri provenienti dai principali paesi dell’Est Europa(dalla Russia alla vicina Slovenia e alla Serbia) e dal bacino del Mediterraneo (dalla Grecia alla Turchia e al Marocco). Il progetto International Buyers, realizzato da Senaf in collaborazione con Assocamerestero, ha proprio l’obiettivo di mettere in contatto l’impiantistica italiana con i principali mercati internazionali emergenti.

La manifestazione offrirà poi 7 focus di approfondimento per “categoria merceologica”: Area Caldo (riscaldamento; antincendio; regolazione automatica), Area Freddo (condizionamento; refrigerazione, ventilazione; canalizzazioni; pompe per i sistemi di condizionamento), Area Ecoenergie (caldaie, stufe, termocamini a pellets o altre biomasse; impianti, sistemi, pannelli solari termici e fotovoltaici; pellets; pompe di calore; sistemi geotermici), Area Acqua (tecnica sanitaria; trattamento acque; tubi e raccordi; componentistica per impianti: valvolame, raccorderia, accessori; pompe a immersione), Area Bagno (rubinetteria; sanitari; termo arredi), Area Informatica e Servizi (software; servizi internet; pc e workstation; accessori; servizi) e Area Tecnica (antinfortunistica; attrezzeria, utensileria, elementi di fissaggio; furgoni attrezzati; strumentazione di misura, prova e controllo) strutturate in modo da facilitare il percorso di visita per gli ospiti.

Ciò che però rappresenta il vero fiore all’occhiello di questa nuova edizione di Termoidraulica Clima Ecoenergie 2011 sono le tante iniziative studiate per arricchire, sul fronte delle opportunità di business e sul fronte formativo, il comparto. In questo senso si cita per esempio l’iniziativa BarCamp Impianti, realizzata da Assofrigoristi in collaborazione con CNA Nazionale, CNA Padova e con il contributo della Camera di Commercio di Padova, per sviluppare un confronto tra tutti gli iscritti su tematiche tecniche, superando la divisione classica tra relatori e uditori.

Porta invece la firma di importanti associazioni di categoria e di enti internazionali[1], l’approfondimento sviluppato nell’ambito di Hydrica sul quadro normativo, tecnico e scientifico relativo alle risorse idriche in Italia e all’estero. Di particolare interesse in questo senso, la presentazione da parte dell’Università di Padova, Centro Studi Qualità Ambiente delle ultime novità per la stesura delle norme ISO riguardanti la Gestione dell’Acqua mediante l’applicazione di uno strumento chiamato “Water Footprint” (WF) o impronta idrica.

Nell’ambito della giornata di apertura della rassegna, prevista per martedì 30 marzo p.v., Federutility organizzerà un convegno dal titolo: “Assetto istituzionale nel governo della risorsa idrica: ruolo dello Stato e competenze delle Regioni“. Tale importante iniziativa vedrà la partecipazione di esponenti di rilievo del mondo istituzionale e politico al fine di delineare un quadro quanto più attuale e concreto dell’argomento in oggetto.

Sempre nell’ambito di Hydrica si terrà, il 1° aprile 2011, il convegno internazionale dal titolo: “Dalla gestione strategica della risorsa idrica all’innovazione di prodotto e di processo: strumenti ed esperienze” durante il quale verrà consegnato anche il “Premio Nazionale Sostenibilità Hydrica 2011”, realizzato grazie alla collaborazione di Padova Fiere e l’Università di Padova  con l’obiettivo di valorizzare e diffondere le buone pratiche adottate in tema di gestione della risorsa idrica dalle imprese o dalle pubbliche amministrazioni.

Tra le novità della prossima edizione si segnala inoltre l’iniziativa Giovani Hydrica 2011, la  manifestazione  aperta a tutti i ricercatori e i professionisti di età inferiore ai 35 anni per promuovere scambi di conoscenze e di esperienze su tutti gli aspetti del Ciclo dell’Acqua

A completare ulteriormente l’offerta fieristica di Termoidraulica Clima Ecoenergie, si segnalano inoltre i 6 eventi speciali: Prodotti d’eccellenza, Innovazione dell’anno, Pompe di calore, Sistemi integrati, Grandi impianti show, Welding days – I giorni della Saldatura; tutti concepiti per essere degli importanti momenti di formazione e di business, e trattare in particolar modo il tema dell’uso efficiente delle risorse nell’ottica di ottenere risparmi energetici ed economici.

Tutte le informazioni sulla fiera su www.termoidraulicaclima.it  – tel. 02 332039450

Per ulteriori informazioni

MY PR

Roberto Grattagliano – Francesca Magnanini

tel_ 02-54123452 – fax_ 02-54090230

e-mail_ roberto.grattagliano@mypr.it – francesca.magnanini@mypr.it

www_ www.mypr.it


[1] Federutility, Federazione delle Imprese Energetiche e Idriche, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca sulle Acque I.R.S.A., dell’IWA, International Water Association e dell’Università degli Studi di Padova, di Brescia e dell’Insubria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *