AGCM: è ingannevole la pubblicità sulle buste biodegradabili

E’ una decisione presa dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato, resa nota nel bollettino del 17 gennaio, dove l’Antitrust ha definito ingannevole la pubblicità di Italcom, Arcopolimeri e Ideal Plastik, multando le aziende in questione. Si tratta di pubblicità che riportano un metodo artificioso che secondo le aziende avrebbe prodotto buste biodegradabili partendo dalle semplici o ultimamente note (vedi decreto milleproroghe) buste in plastica e additivandole con una sostanza chimica denominata ECM. Ebbene, secondo l’antintrust, queste nuove buste modificate non rispettano gli standard della normativa comunitaria e internazionale e dunque non possono essere pubblicizzati come biodegradabili.
La biodegradabilità infatti deve essere verificata secondo un determinato arco di tempo che dipende anche dall’ambiente in cui va a finire la busta. In questo caso gli eco shopper sarebbero scarsamente biodegradabili in quanto si andrebbe oltre questo arco di tempo per la loro completa biodegradazione.
La segnalazione era stata fatta da Legambiente che aveva indicato come moltie esercizi commerciali erano stati tratti in inganno da queste pubblicità ingannevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *