Ecco cosa potrete trovare nel nuovo Sandy Bridge di Intel

Intel sta per lanciare sul mercato le nuove tecnologie CPU Sandy Bridge, i processori Intel Core di seconda generazione, che si chiameranno Core i3, i5 ed i7 e promettono un notevole incremento delle prestazioni, stimato per i modelli i7, in un 20% in più rispetto alla precedente generazione sul fronte desktop e in un 60% in più su quello mobile. Per i più economici i5 invece, è stimato un incremento delle prestazioni del 15% per le CPU destinate ai computer desktop e del 40% per quelle riservate al mercato dei PC portatili. Realizzati con nuova microarchitettura a 32 nm, tra le novità più importanti che si possono identificare, bisogna segnalare l’ottimizzazione delle tecnologie Turbo Boost e Hyper-Threading; l’introduzione della tecnologia Advanced Vector Extension (l’evoluzione delle Sse) che punta a migliorare le prestazioni soprattutto con le applicazioni che sfruttano il floating point, in particolare quelle multimediali; l’aumento della banda della cache di secondo livello; l’integrazione del memory controller DDR3 e del PCI Express; la presenza del WiDi, il wireless display che permette di inviare, in modalità wireless, i contenuti multimediali memorizzati su un portatile al televisore;il supporto WiFi e Bluetooth; l’encoding video che avviene via hardware e la visualizzazione in 3D consentita già dalla grafica integrata nel processore (tramite Hdmi 1.4), senza chip esterni.

Intel quindi, offre una maggiore potenza ed una maggiore tecnologia con consumi inferiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *