Latte e formaggio funzionano contro il diabete

E’ uno studio molto interessante condotto presso l’Harvard School of Public Health di Boston e pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine. In un certo senso è uno studio un po’ in e individua un grasso indispensabile per prevenire il diabete e che è presente nei prodotti lattiero-caseari, spesso incriminati per l’alto contenuto proprio di grassi.

Secondo questo studio le persone che consumano latte, yogurt e formaggi hanno infatti meno probabilità di sviluppare insulino resistenza, una condizione che predispone fortemente allo sviluppo di diabete.

Una dieta ricca di latticini sarebbe così in grado di prevenire l’insorgere della malattia fino al 60%.  La scoperta è stata effettuata dai ricercatori della Harvard School of Public Health di Boston (Usa), che hanno esaminato 3.736 soggetti per un periodo di 20 anni, per valutarne la predisposizione a sviluppare disturbi cardiovascolari e metabolici. Al termine dell’esperimento, è emerso che i partecipanti che avevano seguito un’alimentazione a base di prodotti lattiero-caseari, oltre ad avere livelli inferiori di colesterolo cattivo, correvano un rischio di diabete fino al 60% più basso.

Secondo questo studio più alti sono i livelli circolanti di acido trans-palmitoleico, un acido grasso tipico dei latticini, più basso è il rischio di sviluppare diabete e sindrome metabolica; per quale motivo però quest’acido grasso abbia questo potere non è affatto chiaro. L’acido trans-palmitoleico, è un acido grasso presente nel latte, nei formaggi, nello yogurt e nel burro. Non è prodotto dal nostro corpo, quindi deve essere assunto con la dieta. Tutto merito dell’acido trans-palmitoleico, spiegano gli esperti, un acido grasso non prodotto dall’organismo umano, ma presente nel latte. È infatti emerso che nei casi in cui la concentrazione della sostanza nel sangue era maggiore, il pericolo di incorrere nella patologia risultava sensibilmente ridotto. “Sono necessari ulteriori studi per confermare questi risultati – spiega Dariush Mozaffarian che ha guidato la ricerca -, ma l’entità dell’associazione riscontrata è sorprendente: in presenza di elevate quantità dell’acido grasso, il rischio di sviluppare il diabete appare inferiore di quasi tre volte”.

I dietisti, in genere, consigliano di ridurre la consumazione dei prodotti lattiero-caseari ricchi di grassi, ma l’acido trans-palmitoleico si trova proprio nella materia grassa.

Un altro studio condotto presso la Wageningen University e pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition ha valutato l’impatto del consumo di latte e derivati sul rischio cardiovascolare.

I ricercatori hanno visto che un consumo costante di latte può abbassare del 6% il rischio di malattie cardiovascolari mentre non incide sulla probabilità di malattia coronarica o sulla probabilità di morte per eventi cardiovascolari.
Resta da chiarire, dunque, il ruolo giocato dall’acido grasso trans-palmitoleico.

Questo tipo di ricerca osservazionale richiede la conferma di ulteriori studi (osservazionali e controlli clinici), ma l’entità di questa associazione è sorprendente”, ha spiegato Mozaffarian, attore principale dello studio. “C’è una differenza, quasi tripla, di minor rischio di ammalarsi di diabete fra gli individui che presentano alti livelli di questo acido grasso nel sangue.”

Gli studiosi a capo del progetto dicono: “Si tratta di un effetto protettivo estremamente forte, maggiore rispetto ad altri fattori conosciuti e utilizzati contro il diabete. Il passo successivo sarà quello di indagare la possibilità di un suo utilizzo terapeutico nelle persone.”

Precisazione importante: gli articoli presenti su questo sito sono rielaborazioni di notizie trovate in rete sulla ricerca attuale. Come tali vanno sempre valutate e prese con le dovute cautele. Il punto di vista del nostro sito è un punto di vista obiettivo di chi fa ricerca in svariati campi e vuole divulgarne i risultati e i successi. Per avere informazioni più precise e soprattutto sicure il consiglio del proprio medico curante è sempre il migliore possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *