Tre progetti di atenei pugliesi in finale per il Premio Nazionale per l’Innovazione

Sono tre le giovani idee imprenditoriali,  nate all’interno di atenei e centri di ricerca pugliesi, vincitrici della Start Cup Puglia, che parteciperanno alla finale dell’edizione 2010 del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI),  che si svolgerà a Palermo il prossimo 3 dicembre. 

In gara per la Puglia ci saranno:

  •  Type One, progetto realizzato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento, che ha sviluppato facility di estrazione di collagene mediante un processo innovativo;
  • T&A Tecnologia e Ambiente, progetto spin off del Politecnico di Bari che si occupa di valorizzazione di ceneri volanti da carbone;
  • Biofordrug, un progetto per la diagnosi precoce dell’Alzheimer attraverso l’uso della PET, sviluppato da un gruppo di ricercatori della Facoltà di Farmacia dell’Università degli Studi di Bari.

Quindi sono i radiotraccianti per la diagnosi precoce dell’Alzheimer, i sistemi per la bonifica di ceneri volanti di carboni per migliorare l’eco compatibilità delle centrali termo-elettriche e l’estrazione di collagene con processi innovativi per l’ideazione di nuovi prodotti a base di collagene per il settore cosmetico, della ricerca e biomedicale i progetti di ricerca migliori.

Al premio, la prima competizione tra progetti d’impresa ad alto contenuto innovativo nati in ambito universitario e di enti pubblici di ricerca, concorrono 60 idee imprenditoriali vincitrici delle 16 Start Cup italiane, le Business Plan Competition organizzate da 44 università italiane e dal CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche.