Fiat 500 elettrica in vendita nel 2012, con tecnologia Bosch (video)

Anche la Fiat punta decisa al mercato delle auto elettriche e lancia la nuova 500 modello EV che vedrà la luce nel 2012. La 500 elettrica, frutto dell’alleanza tra Chrysler e Fiat, avrà batterie SB LiMotive, la joint-venture tra Samsung SDI e Bosch nata nel settembre 2008.
Lo sviluppo e l’ingegnerizzazione della Fiat 500 EV avranno luogo nel quartier generale di Chrysler ad Auburn Hills, mentre il pacco batteria sarà sviluppato dalla SB LiMotive a Orion, sempre nel Michigan. Le celle saranno prodotte in Corea, mentre il pacco batteria verrà assemblato a Springboro, Ohio. La stessa politica viene già seguita dalla GM, che per la Chevrolet Volt utilizza delle batterie al litio della coreana LG, che però sono assemblate negli Stati Uniti.
Riguardo a Bosch nel campo dell’elettrificazione, c’è già stato con Porsche e con PSA Peugeot-Citroen un accordo con il sistema ibrido Diesel Hybrid4.


Per quanto riguarda invece la costruzione vera e propria della vettura, pare che la 500 EV dovrebbe essere costruita a Toluca, in Messico, dove vedranno la luce anche le 500 che verranno vendute nel territorio nordamericano dotate del motore 1.4 MultiAir prodotto a Dundee, nel Michigan.

La nuova 500 sarà dunque un veicolo silenzioso, a zero emissioni e dai prezzi competitivi. Il propulsore elettrico della Fiat 500 EV e’ composto dunque da tre sistemi altamente innovativi: il modulo elettrico ad alta potenza, la batteria agli ioni di litio e l’unita’ di controllo per la gestione dei flussi d’energia. I dettagli riguardanti il prezzo e le altre specifiche della 500 EV saranno rivelati alla fine del 2011. Non è la prima volta che la Fiat si cimenta nel mondo delle elettriche. Già nel 1990 aveva prodotto una piccola serie di Panda (foto sopra, a sinistra) che vennero date in uso ad alcune amministrazioni locali, seguita nel 1998 la 600 (sopra, a destra). Progetti che, negli ultimi anni, non hanno avuto nessun seguito ma che ora dimostrano di essere altamente al passo con i tempi e probabilmente avranno uno sviluppo notevole, vista la fort campagna di sensibilizzazione verso l’ambiente a livello mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *