Toyota riciclerà le batterie delle auto ibride

Toyota Motor Corporation (TMC), Toyota Chemical Engineering Co., Ltd., Sumitomo Metal Mining Co., Ltd. e Primearth EV Energy Co., Ltd. (PEVE) hanno avviato il primo programma industriale al mondo per il riciclaggio del nichel contenuto nelle batterie al nichel idruro che verrà riutilizzato in nuove batterie dello stesso materiale.

A beneficiarne, per ora saranno Lexus e Prius e lo smaltimento sarà a cura di Toyota Chemical Engineering, il braccio chimico di Toyota. Si tratterà di una vera innovazione, visto che finora le batterie recuperate dalla rete delle concessionarie e dalle strutture di rottamazione delle auto erano soggette a un trattamento di riduzione e il residuo veniva poi semplicemente riciclato come materiale grezzo destinato alla produzione di acciaio inox. Oggi, grazie allo sviluppo di una tecnica ad alta precisione di classificazione ed estrazione del nichel, i materiali possono essere avviati direttamente al processo di raffinazione, per poi trovare una seconda vita proprio all’interno di un’altra batteria.

Per realizzare un processo su scala industriale, TMC ha creato il Toyota HV Call Center per contribuire al recupero delle batterie, e ha costruito avanzate strutture di riciclaggio per la produzione di massa in collaborazione con Toyota Chemical Engineering, e può inoltre contare sul supporto di Sumitomo Metal Mining per la fase di raffinazione del nichel. Un ulteriore supporto viene offerto a TMC da PEVE per quanto concerne la verifica di qualità nella produzione delle batterie al nichel idruro prodotte per i veicoli ibridi.

Inoltre, visto l’impiego di mezzi pesanti per la movimentazione delle varie sostanze provenienti dal recupero, si sta avviando un programma per la riduzione delle emissioni di COdurante il trasporto.  La realizzazione di questo avanzato sistema di riciclo in Giappone contribuirà ad accelerare la creazione di una società sostenibile, basata sul riciclaggio, un impegno primario per TMC, ed è anche un’importante dimostrazione delle tecnologie per il recupero e il riciclaggio in risposta alla limitazione delle risorse globali. TMC sta attualmente valutando di introdurre questo sistema di riciclaggio anche in altri paesi oltre al Giappone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *