Bosch realizza il Side View Assist, mai più incidenti per cambio di corsia

Bosch stupisce ancora in campo tecnologico e ora ha realizzato un meccanismo in grado di controllare l’angolo morto e avvertire il guidatore dell’eventuale presenza di altre auto durante i cambi di corsia o altre manovre.

Questo sistema permette di registrare a 3 metri di distanza a lato e in diagonale dietro la vettura. In caso di pericolo, il conducente sarà avvertito visivamente e acusticamente. Si chiama Side View Assist e sarà montato sulla nuova Citroen C4.I sensori a ultrasuoni sono installati sui lati, nei paraurti anteriori e quelli posteriori della vettura. Il segnale viene controllato dall’elettronica di bordo e, una volta rivelato un pericolo immediato e concreto, il Side View Assist allerta il conducente tramite una spia luminosa inserita negli specchietti retrovisori esterni. Se il conducente non riconosce o ignora questo segnale e utilizza l’indicatore di direzione per il cambio di corsia, il sistema attiva un ulteriore allarme acustico.

Non saranno da temere i falsi allarmi. Ogni volta che i sensori rilevano un veicolo, il loro segnale viene prima sottoposto a un controllo di plausibilità dall’elettronica del sistema. I sensori a ultrasuoni sono installati sui lati, nei paraurti anteriori e quelli posteriori della vettura. I due sensori posteriori sorvegliano l’angolo cieco nelle corsie di destra e di sinistra. I due sensori anteriori sono utilizzati esclusivamente per controlli di plausibilità. Se, per esempio, il sensore anteriore sinistro registra un oggetto prima del sensore posteriore sinistro, i sensori elettronici non avvisano il conducente, perché si tratta di vettura che si sta avvicinando sull’altro lato della carreggiata.

Questa tecnologia Bosch funziona a velocità comprese tra i 10 e i 140 km/h e rappresenta un importante contributo alla sicurezza stradale. Secondo le statistiche la maggior parte degli incidenti nei cambi di corsia avviene a velocità inferiori ai 100 km/h.
si spera di vedere questo nuovo dispositivo su tutte le macchine di nuova generazionie in modo da ridurre sensibilmente il numero di incidenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *