Ricerca: led come tatuaggi per attivare farmaci all’interno del corpo umano

E’ una ricerca condotta dall’Università dell’Illinois. I ricercatori hanno messo a punto un Led biocompatibile adatto ad applicazioni in ambito medico. Esso viene impiantato sottopelle ed è in grado di utilizzare la sua luminosità per attivare farmaci all’interno del corpo o monitorare le condizioni cliniche di un paziente. Può anche ssere impiegato nel settore della fototerapia, che sfrutta il laser per accelerare il processo di rimarginazione delle ferite. Si tratta di transistor ultrasottili al silicone che, integrati in una pellicola di seta imbevuta di una soluzione salina, possono essere impiantati senza problemi di rigetto nel derma corporeo. Questo tipo di dispositivi, oltre a poter essere accesi o spenti, possono muoversi sottopelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *