Nuovo motore a gas della GE Energy a basso impatto ambientale (video)

Ecco il nuovo motore a gas per la produzione di energial’unità J920, che avrà un rendimento elettrico del 48,7% e una potenza di 9,5MW, prodotto dalla GE Energy

La presentazione ufficiale è avvenuta durante una cerimonia svoltasi proprio presso l’impianto austriaco di Jenbach, a cui è seguita la diffusione di un comunicato con i dettagli della nuova tecnologia.

L’alto rendimento del nuovo motore riduce i costi lungo il ciclo di vita grazie ai minori consumi di combustibile (per un risparmio di 217.000 euro all’anno) e abbatte intanto le emissioni di gas serra, evitando l’immissione nell’atmosfera di 1.500 tonnellate di CO2 annualmente, un valore che equivale alle emissioni medie di 800 automobili.

Il rendimento elettrico del motore J920 è stato aumentato di oltre il 2%, arrivando al 48,7%. I nuovi motori da 20 cilindri raggiungono quindi il valore più alto tra i motori disponibili nella stessa questa categoria in tutto il mondo.

Questo motore  sarà adatto soprattutto per la produzione di energia decentralizzata indipendente in aree isolate, in alta quota o in regioni calde e umide nell’ambito di applicazioni di cogenerazione e stabilizzazione delle reti di distribuzione.

Un programma pilota su vasta scala metterà per la prima volta all’opera il nuovo motore presso la Stadtwerke (l’azienda elettrica municipale) di Rosenheim, in Germania. A questo test seguirà poi l’avvio della produzione di serie. Sarà, infine, dal 2010 che il nuovo motore dovrebbe essere disponibile per applicazioni nei Paesi con reti a 50 e 60 Hz.

Tecnicamente, il design del modello J920 è basato su elementi tratti dai sistemi a combustione impiegati nei motori Jenbacher serie 6. E’ stato adottato poi un concetto a tre moduli che permette di ottenere un generator set standardizzato di alta qualità composto dal motore stesso, da un generatore e da un modulo ausiliario, prodotti presso gli impianti di Jenbacher di GE.

Il modulo J920 consente risparmi di combustibile superiori a 130 milioni di kWh di energia primaria (76.000 barili di petrolio) evitando emissioni di CO2 per più di 7.800 tonnellate.  Il J920 corrisponde dunque con precisione agli obiettivi fissati dall’iniziativa ‘ecomagination’ di GE, con la quale la società promuove tecnologie innovative per la riduzione di ogni tipologia di emissione”.

La capacità del motore di giungere a pieno regime in soli cinque minuti lo rende adatto a gestire i picchi improvvisi di domanda. Inoltre, un numero qualsiasi di moduli J920 può essere combinato con un concetto di centrale di produzione standardizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *