Cresce in Canada il mercato del minieolico

Lo ha rilevato la canadese Wind Energy Association (CanWEA) rimarcando che le vendite annuali per sistemi di dimensioni ridotte sono aumentate del 55% negli ultimi due anni nonostante la recessione economica mondiale. Nello stesso periodo di tempo si è rafforzata significativamente l’industria nazionale del settore.

Per “minieolico” si intendono piccoli impianti, da installare in parchi o spiagge di fattorie, villaggi o ville. Per questi impianti casalinghi il prezzo di installazione risulta più elevato, attestandosi attorno ai 1500-3000 € al kW, questo perché il mercato di questo tipo di impianti è ancora poco sviluppato, anche a causa delle normative che, a differenza degli impianti fotovoltaici, in quasi tutta Europa ne disincentivano l’uso, sulla scia di un pensiero diffuso soprattutto nei decenni passati, che vedeva nelle turbine eoliche grossi problemi di impatto paesaggistico.

Le imprese canadesi rappresentano ormai oltre la metà dei produttori mondiali di turbine eoliche di piccola potenza ( 300 kW o meno) utilizzate in fattorie, piccole aziende e in comunità off grid. Nello studio effettuato si vede anche che la capacità installata in Canada è notevolmente inferiore rispetto agli USA e al Regno Unito ma nonostante ciò i produttori canadesi reggono il mercato, esportando l’87% delle turbine prodotte. Secondo CanWEA, inoltre, il Canada è ben posizionato per avvantaggiarsi anche nei prossimi anni in un mercato che si annuncia in forte espansione. È anzi possibile che l’industria canadese acquisisca un ruolo dominante. L’ipotesi di CanWEA è addirittura che – se il Canada manterrà le attuali politiche incentivanti a favore del settore – l’industria nazionale potrebbe registrare tassi medi di crescita del 40% l’anno nei prossimi 15 anni, con una nuova occupazione stimata in 17.900 unità. Ma anche nel caso siano ridotte le politiche incentivanti il tasso medio di crescita annuale resterebbe decisamente positivo, attestandosi su una media del 15% l’anno.

Le turbine eoliche (aerogeneratori) vengono classificate nelle seguenti categorie: microturbine  (potenza < 1kW), miniturbine (<50 kW) media taglia (<1MW) e grande taglia (>1MW).

Nel segmento tecnologico delle MINI Turbine esistono aerogeneratori diversi per forma e dimensione. Possono, infatti, differenziarsi sia per le caratteristiche geometriche sia per le caratteristiche elettriche.
Le principali caratteristiche degli aerogeneratori di piccola taglia sono:

  • Numero di pale;
  • Materiale costruttivo della pale;
  • Tipologia connessione tra rotore e generatore elettrico;
  • Tipologia rotore;
  • Controllo Potenza Aerodinamica;
  • Controllo della verlocità.

I generatori eolici di piccola taglia hanno una produttività con vento a partire da 2,5 m/s e resa ottimale a 10 – 12,5 m/s. Nel campo delle mini turbine sfruttando il vento anche per poche ore al giorno è possibile integrare in modo concreto il fabbisogno giornaliero di energia elettrica di un sito. Un sistema mini eolico può essere sia del tipo stand-alone sia connesso alla rete di distribuzione.

In Italia siamo un po’ indietro in questo mercato che propabiblmente rappresenta il futuro prossimo delle fonti innovabilie verso il quale ci dovremmo concentrare di più come già si fa in altre parti del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *