Nissan lancia Leaf, prima vettura totalmente elettrica presto in Europa

Aggiornamento del 29 novembre (da infomotori.com)
Nissan LEAF, la vettura 100% elettrica vince il titolo europeo di Car of the Year 2011.
Questo riconoscimento giunge in un momento storico importante per i veicoli a emissioni zero: è la prima volta nei 47 anni di storia di questa competizione annuale, che tale premio viene assegnato ad un’auto elettrica.
Ha battuto i 40 veicoli contendenti alimentati da motori convenzionali e si è aggiudicata il più importante riconoscimento del panorama motoristico.
Nissan LEAF ha battuto rivali di marchi importanti come Alfa Romeo, Citroen, Dacia, Ford, Opel/Vauxhall e Volvo. La giuria di Car of the Year è composta dai 57 più importanti giornalisti provenienti da 23 Paesi europei.

“La giuria ha riconosciuto che Nissan LEAF è un’assoluta novità nello scenario delle auto elettriche. Nissan LEAF è la prima vettura elettrica che può essere equiparata sotto molti aspetti ai veicoli tradizionali” ha affermato Håkan Matson, Presidente della Giuria di Auto dell’Anno. Nissan LEAF è dotata di un motore elettrico, che alimenta le ruote anteriori. Il motore in corrente alternata sviluppa 80 kW di potenza, 108 CV e 280 Nm di coppia, in grado di sviluppare una velocità massima di 145 Km/h. Il motore elettrico è alimentato da batterie avanzate agli ioni di litio compatte di tipo laminato, con una potenza che supera i 90 kW. La vettura ha un’autonomia di 175 km (secondo il New European Driving Cycle) tra una ricarica e l’altra, valore che la rende una proposta pratica e sufficiente a soddisfare le esigenze di molti automobilisti.

Il veicolo è equipaggiato di tecnologie quali sistema di frenata rigenerativa, aria condizionata, navigazione satellitare, retrocamera per il parcheggio e dispositivi telematici e informatici avanzati.
L’innovativo sistema di connettività offre informazioni continue al guidatore, come il livello di carica della batteria e l’autonomia residua, segnala la stazione di ricarica più vicina e consente di controllare a distanza attraverso un computer o un telefonino le funzioni di climatizzazione della vettura.
In Europa, Nissan LEAF sarà disponibile in cinque colori: blue metallic, pearl, white pearl, silver metallic, black solid e red pearl. L’unica opzione disponibile è il pannello solare montato nello spoiler posteriore che supporta la ricarica della batteria da 12V che alimenta i circuiti ausiliari.

Notizia del 25 ottobre:
Giorni fa avevamo parlato della decisione di Nissan di puntare con forza al mercato delle auto elettriche, realizzando delle speciali stazioni di ricarica wireless per questo tipo di autoveicoli. Ora Nissan annuncia di aver iniziato la produzione della Leaf, prima creatura totalmente elettrica della Casa nipponica entrata in produzione negli stabilimenti di Oppama, in Giappone.

Si tratta del primo dei 50 mila esemplari di Leaf che verranno costruiti nel sito nipponico, la cui produzione verrà interamente destinata all’area asiatica. Dagli altri due stabilimenti, ubicati a Sunderland (Inghilterra, attivo dalla fine del 2012 e che a regime produrrà 50 mila Leaf all’anno) e a Smyrna (Stati Uniti, nel 2013, 150 mila auto), usciranno rispettivamente le vetture destinate ai primi quattro Paesi europei designati per il lancio della Leaf nel vecchio continente (Irlanda, Olanda, Portogallo e Regno Unito) e quelle destinate al mercato nordamericano.

Le prime esportazioni della Leaf, progetto firmato da Nissan in collaborazione con Renault, prenderanno il via nel mese di novembre nello stesso Giappone e negli Usa, mentre l’avvio delle vendite è previsto per il mese successivo. Per vedere la vettura elettrica sui principali mercati europei bisognerà aspettare un po’ di più: con le esportazioni previste per dicembre, l’auto sarà una delle prime novità del 2011 in Europa.

La scelta dei Paesi europei dove far esordire la Leaf è stata dettata principalmente dall’esistenza, in quei mercati, di un’atteggiameneto favorevole alla diffusione delle auto elettriche che si è tradotto nel varo di incentivi governativi per chi le acquista secondo lo schema della tabella che pubblichiamo e nell’avvio della realizzazione delle infrastrutture necessarie al loro utilizzo. La strategia commerciale avviata da Nissan e Renault per la Leaf comprende una serie di incentivi (in molti paesi, come Portogallo, Irlanda e Gran Bretagna, sono previsti dal Governo) che dovrebbero favorire la diffusione della trazione elettrica come mai prima d’ora. L’Italia, purtroppo, brilla per la mancanza di una politica governativa ben definita sulle auto a “zero emissioni” che, a meno di un deciso impulso volto a recuperare il tempo perduto, potrebbe tradursi in significativi ritardi nell’avvio della commercializzazione di questi veicoli.

Secondo indiscrezioni provenienti dagli ambienti governativi, questa situazione sarebbe causata dalla mancanza di fondi governativi da investire in incentivi per l’acquisto delle vetture e per la realizzazione delle infrastrutture.

Secondo le dichiarazioni di Andrea Alessi, amministratore delegato di Nissan Italia, il lancio della Leaf nel nostro Paese, inizialmente previsto a fine anno e già posticipato a metà 2011,potrebbe essere ulteriormente rimandato. Alessi l’ha comunicato il 22 ottobre a Roma durante l’annuale convegno La Capitale Automobile.

Ecco per esempio cosa succede in Inghilterra dove il governo proporrà forti incentivi per l’acquisto di auto elettriche ed ibride nel 2011. Sarà possibile usufruire di un contributo di 5000 Sterline (al cambio attuale 5560 €) per l’acquisto di auto ibride, elettriche o idrogeno fuel cell con emissioni inferiori a 75 g/km: tra i requisiti tecnici previsti, è indicata una velocità massima superiore ai 100 km/h, una autonomia di almeno 70 miglia (113 km) per le elettriche ed una autonomia in modalità elettrica di almeno 10 miglia (16 km) per le ibride plug-in. Il governo inglese stanzierà contributi per 230 milioni di sterline, ma ha anche previsto un fondo di 30 milioni di sterline per la costruzione di punti di ricarica pubblici da posizionare nei centri abitati, nei grandi centri commerciali e nei parcheggi, con il nome di Plugged-In Places. I primi 11.000 punti di ricarica nasceranno a Londra, Milton Keynes e nel nord est del paese.

Anche in Francia per esempio è già attivo un contributo di 5000 € per le auto elettriche.

Il governo irlandese ha deciso, d’intesa con il gruppo Renault-Nissan (oggi il costruttore più avanzato sull’auto elettrica, con oltre 50 partnership siglate nel mondo), incentivi all’acquisto di vetture a zero emissioni per 5.000 euro. Contemporaneamente, la Esb, la più importante utility energetica del paese, si è impegnata a costruire 3.500 stazioni di ricarica e 30 punti di ricarica veloce. La Spagna investe 590 milioni di euro in eco-incentivi. La Danimarca, paese dove per altro Renault-Nissan sta sperimentando le sue auto elettriche (come anche in Israele e in Portogallo)  è la più virtuosa: qui è previsto un taglio di tasse per l’equivalente di 40.000 dollari e parcheggio gratis in centro a Copenaghen per chi acquista un’auto elettrica. L’Olanda non è da meno e vuole le auto elettriche il prima possibile. A tal proposito il ministro dei Trasporti, Camiel Eurlings, all’inizio di quest’anno ha stanziato un fondo di ben 10 milioni di euro per lo sviluppo di soluzioni destinati ad una mobilità a zero emissioni.

E l’Italia??? Aspettiamo… come sempre…

Aggiornamento del 29 novembre (da infomotori.com)
Nissan LEAF, la vettura 100% elettrica vince il titolo europeo di Car of the Year 2011.
Questo riconoscimento giunge in un momento storico importante per i veicoli a emissioni zero: è la prima volta nei 47 anni di storia di questa competizione annuale, che tale premio viene assegnato ad un’auto elettrica.
Ha battuto i 40 veicoli contendenti alimentati da motori convenzionali e si è aggiudicata il più importante riconoscimento del panorama motoristico.
Nissan LEAF ha battuto rivali di marchi importanti come Alfa Romeo, Citroen, Dacia, Ford, Opel/Vauxhall e Volvo. La giuria di Car of the Year è composta dai 57 più importanti giornalisti provenienti da 23 Paesi europei.

“La giuria ha riconosciuto che Nissan LEAF è un’assoluta novità nello scenario delle auto elettriche. Nissan LEAF è la prima vettura elettrica che può essere equiparata sotto molti aspetti ai veicoli tradizionali” ha affermato Håkan Matson, Presidente della Giuria di Auto dell’Anno. Nissan LEAF è dotata di un motore elettrico, che alimenta le ruote anteriori. Il motore in corrente alternata sviluppa 80 kW di potenza, 108 CV e 280 Nm di coppia, in grado di sviluppare una velocità massima di 145 Km/h. Il motore elettrico è alimentato da batterie avanzate agli ioni di litio compatte di tipo laminato, con una potenza che supera i 90 kW. La vettura ha un’autonomia di 175 km (secondo il New European Driving Cycle) tra una ricarica e l’altra, valore che la rende una proposta pratica e sufficiente a soddisfare le esigenze di molti automobilisti.

Il veicolo è equipaggiato di tecnologie quali sistema di frenata rigenerativa, aria condizionata, navigazione satellitare, retrocamera per il parcheggio e dispositivi telematici e informatici avanzati.
L’innovativo sistema di connettività offre informazioni continue al guidatore, come il livello di carica della batteria e l’autonomia residua, segnala la stazione di ricarica più vicina e consente di controllare a distanza attraverso un computer o un telefonino le funzioni di climatizzazione della vettura.
In Europa, Nissan LEAF sarà disponibile in cinque colori: blue metallic, pearl, white pearl, silver metallic, black solid e red pearl. L’unica opzione disponibile è il pannello solare montato nello spoiler posteriore che supporta la ricarica della batteria da 12V che alimenta i circuiti ausiliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *